Ultimo aggiornamento mercoledì, 05 Agosto 2020 - 09:17

Aggredito un autista ANM: “A volte abbiamo veramente tanta paura”

Cronaca
30 Luglio 2020 17:27 Di redazione
2'

Qualche giorno fa,intorno alle ore 7:30, è stato aggredito un autista ANM della linea 151 che compie la tratta Piazza Garibaldi-Piazzale Tecchio. L’aggressione è venuta a seguito di momenti di tensione generale dovuti al sovraffollamento del bus.

Il racconto dell’autista aggredito: Nei pressi di Piazza Garibaldi mi viene richiesta una fermata e io decido di accontentare i passeggeri anche se ero preoccupato che l’autobus avrebbe potuto pericolosamente riempirsi e infatti a quella fermata sono scese due persone e salite una ventina.

“A quel punto il mezzo è sovraffollato, la situazione diventa pericolosa. Siamo noi conducenti a dover tenere sotto controllo l’affluenza, il rispetto del distanziamento e che i passeggeri indossino la mascherina, ma spesso tutto diventa molto complicato e ingestibile, non ci può concentrare sulla guida e allo stesso tempo far da vigilanti, anche per questo spesso tutti noi autisti, seppur amiamo il nostro lavoro, quando percorriamo tratte particolarmente a rischio affollamento siamo carichi di paure ed ansie.

“Ad ogni modo, in quel caso specifico, decido di non partire e chiedo ai passeggeri, ad una parte di essi, di scendere ed attendere la corsa successiva, che ci sarebbe stata dieci minuti dopo. Nessuno si offre di scendere e qual punto la situazione diventa calda e gli animi si agitano e allora ho deciso di chiamare la Polizia. A quel punto delle persone si avvicinano alla mia postazione, rompono la catena di sicurezza e cominciano ad inveire contro di me e a minacciarmi, io ho mantenuto il sangue freddo e non ho risposto alle provocazioni. In seguito sono andato a sporgere denuncia. Mi sono rivolto al Consigliere Borrelli perché lui più volte ha affrontato e denunciato queste problematiche”.

ANM d'estate, a Napoli corse dei trasporti ridotte del 10% dal primo luglio
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati