Ultimo aggiornamento martedì, 26 Gennaio 2021 - 20:25

L’America chiede aiuto al team di studiosi napoletani per l’emergenza Coronavirus

Salute
14 Marzo 2020 13:03 Di redazione
2'

Grande soddisfazione per la Sanità napoletana. Il team di scienziati partenopei che ha iniziato la sperimentazione del farmaco utilizzato per l’artrite, come cura per la polmonite severa causata dal Coronavirus, è stato contattato dall’America per una collaborazione. La notizia è stata riportata dal Corriere del Mezzogiorno.

L’America contatta Napoli per farmaco contro Coronavirus

Lo staff del Roswell Park Institute ha chiesto il protocollo che stanno seguendo e di avviare una cooperazione. A dirlo è il professo Paolo Ascierto, direttore SC Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative INT del Pascale di Napoli: “Nel momento in cui Aifa, l’agenzia italiana del farmaco, renderà pubblico il protocollo, potremmo condividere la nostra esperienza e dare una mano anche ai nostri amici americani. Aifa in tempi record ha approvato un protocollo che presto sarà attivo. Il protocollo è importante perché ci dirà in quali pazienti questo farmaco, il Tocilizumab, ci dà benefici maggiori e quindi ci permetterà di capire anche le tempistiche Perché probabilmente utilizzandolo in un momento preciso i benefici possono aumentare”.

LEGGI ANCHE: DA NAPOLI LUNGO APPLAUSO DALLE FINESTRE PER I MEDICI

Intanto a Napoli continua la sperimentazione, dei sette pazienti trattati con il Tocilizumab, il farmaco specificio per l’artrite, uno è morto, ma era in gravi condizioni, mentre gli altri sei iniziano a dare segni di importanti miglioramenti.

L’intervista di Vocedinapoli.it al professo Ascierto

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati