Ultimo aggiornamento sabato, 04 Luglio 2020 - 13:39

‘Trattoria-Pizzeria Nardones’, da 50 anni i veri sapori della tradizione napoletana in cucina

Lo storico locale sito a due passi da piazza del Plebiscito propone piatti tipici dell'arte culinaria partenopea. Da provare 'o Gravunaro

Cucina
13 Gennaio 2020 20:46 Di redazione
2'

Siamo all’inizio di uno dei vicoli principali dei Quartieri Spagnoli. Via Nardones, una strada che si arrampica da piazza Trieste e Trento e sale fino al corso Vittorio Emanuele. All’inizio, dopo pochi metri, c’è uno dei ‘templi’ della ristorazione napoletana.

Il locale, che il prossimo anno compirà 50 anni, prende il nome proprio da questa via. ‘Trattoria-Pizzeria Nardones‘, un ristorante che ha la tradizione culinaria partenopea nel dna. Una storia che sta andando avanti da generazioni.

La famiglia D’Andrea ha l’amore per il cibo e la cucina. Oltre alla selezione di prodotti genuini e di prima qualità, ad essere diventato un vero e proprio marchio di fabbrica della casa, sono la gentilezza e la simpatia del personale.

Questa passione per Napoli e il cibo è trasmessa ai clienti che riempiono la sala della trattoria. Uno dei piatti che sono diventati un must del menù è sicuramente la ‘Pasta d’o Gravunaro‘, ovvero del ‘carbonaio‘.

Una ricetta che ha tratto ispirazione da queste persone che vendevano – appunto – il carbone per scaldare le stufe quando ancora non c’erano in casa i moderni riscaldamenti. Un piatto che unisce la storia, i profumi e i sapori di Napoli.

Ma alla ‘Trattoria-Pizzeria Nardones‘ è possibile trovare di tutto. Ricette di mare, di terra, pizze buonissime e a pochi metri di distanza dal ristorante l’ultima novità: un piccolo locale dedicato alla frittura e alla pizza fritta. Un must della cucina napoletana.

‘FOOD STORIES’: GUARDA LA VIDEO-RICETTA DELLA PASTA D’O GRAVUNARO

GLI INGREDIENTI – Olio extra vergine d’oliva, aglio, peperoncino, olive nere di Gaeta, alici marinate, prezzemolo, tarallo sbriciolato sugna, pepe e mandorle.

LA PROCEDURA – Soffriggere olio extra vergine con aglio e peperoncino. aggiungere le olive snocciolate e sminuzzate. Dopo aver marinato le alici (due ore sotto sale e poi dopo averle asciugate altre due ore sotto aceto) tagliarle in piccoli pezzettini e aggiungerle al soffritto. Cuocere la pasta e saltarla in padella. Al momento dell’impiattamento aggiungere una spolverata di tarallo precedentemente sbriciolato.

Linguine d'o gravunaro

La pasta d'o gravunaro è un antico piatto della tradizione napoletanaCon lo chef della Trattoria Pizzeria Nardones scopriamo tutti i segreti per farla a casaSecondo episodio delle Food Stories di VocediNapoli.it

Pubblicato da Voce di Napoli su Giovedì 21 marzo 2019

1
Ultimo aggiornamento 20:46
LEGGI COMMENTI