Ultimo aggiornamento mercoledì, 17 Luglio 2019 - 22:12

“Correte hanno sparato”: giallo a Pianura, polizia non trova riscontri nel vecchio fortino del clan

Pianura
11 Giugno 2019 17:50 Di Ciro Cuozzo
2'

Alcuni colpi d’arma da fuoco sarebbero stati esplosi intorno alle 14 in via Torricelli a Pianura, quartiere nella zona occidentale di Napoli. Diverse le segnalazioni arrivate alla Sala Operativa della Questura di via Medina. Giunti sul posto, gli agenti del locale Commissariato non hanno riscontrato nulla. Niente bossoli, niente tracce ematiche, nessun auto o abitazione danneggiata e nessuna testimonianza utile. Tre le possibilità analizzate dagli inquirenti: l’utilizzo di una pistola a tamburo, che non lascia “reperti”, l’intervento di qualcuno per eliminare le tracce dell’eventuale raid o una segnalazione errata. Nessun riscontri anche dagli ospedali cittadini, dove nel primo pomeriggio non è giunta alcuna persona con ferite da colpi d’arma da fuoco.

La zona in questione è la storica roccaforte del clan Pesce-Marfella che proprio nel complesso di edilizia popolare, alle spalle del parco Falcone e Borsellino (chiuso e abbandonato da oltre 10 anni), aveva il suo quartier generale, almeno fino ai numerosi arresti avvenuti nel corso degli ultimi anni. Proprio in mattinata, gli agenti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di mandanti ed esecutori materiali (tutti giù detenuti) dell’omicidio di Francesco Balestrieri, ucciso in via Pallucci il 10 aprile 2014.

Da Pianura al centro storico, cinque chili di droga in garage: preso corriere

Ucciso per le estorsioni, presi killer e mandanti dell’omicidio di Francesco Balestrieri – I NOMI

1
Ultimo aggiornamento 17:50
LEGGI COMMENTI