Ultimo aggiornamento mercoledì, 22 maggio 2019 - 13:53

Napoli, accordo Comune-Governo: pronti 90 milioni per il centro storico

Il 31 maggio, in Prefettura, ci sarà la firma ufficiale. Oggi presenti in città i ministri Lezzi e Bonisoli. Coinvolta anche la regione Campania

Politica
15 Maggio 2019 18:51 Di redazione
3'

Il prossimo 31 maggio sarà siglato nella sede della Prefettura di Napoli il Contratto istituzionale di sviluppo tra Governo, Regione Campania e Comune di Napoli che prevede il finanziamento da parte dell’esecutivo di poco più di 90 milioni di euro per avviare interventi nel Centro storico di Napoli.

Lo ha annunciato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, lasciando la Prefettura dove oggi si è tenuto un incontro con i ministri Lezzi e Bonisoli e con il vicepresidente della Regione Bonavitacola.

Le opere riguarderanno l’area che va da Capodimonte al Maan, per proseguire verso i Gerolomini, piazza Carlo III e piazza Cavour e l’area dello Scudillo. Soddisfazione è stata espressa anche dal ministro Lezzi che ha evidenziato la collaborazione istituzionale ed ha assicurato che tra gli obiettivi del piano di riqualificazione c’è anche il quartiere di Scampia, dove il Comune già sta procedendo all’abbattimento delle Vele.

Ecco, come riportato da La Repubblica, alcune delle azioni finanziate:

Interventi di completamento, valorizzazione e rifunzionalizzazione dei Beni Monumentali e del Patrimonio Storico- Artistico:

Rientrano in questa categoria progetti per la valorizzazione del Patrimonio- Storico Artistico attraverso il restauro e la rifunzionalizzazione di complessi monumentali interni al Centro Storico Sito- Unesco per fini culturali, turistici, sociali.

Interventi complementari al Grande Progetto per il centro storico;

Galleria Principe di Napoli;
Complesso del Crocifisso
Complesso in via S. Agostino degli Scalzi;
Complesso SS. Trinità delle Monache;
Complesso dei Cristallini
Palazzo Penne;
Complesso di Sant’Eligio;
Santa Maria della Sapienza;
Santa Maria delle Grazie a Caponapoli;
Complesso dell’Annunziata.

Interventi con destinazione per attività culturali:

Rientrano in questa categoria progetti finalizzati alla realizzazione di spazi da destinare ad attività e servizi per fini culturali, di formazione e di promozione artistica.

Galleria Principe di Napoli;
Complesso del Crocifisso;
Palazzo Penne;
Complesso di Sant’Eligio;
Santa Maria della Sapienza;
Santa Maria delle Grazie a Caponapoli.

Interventi con destinazione per attività sociali:

Rientrano in questa categoria progetti finalizzati alla realizzazione di spazi da destinare ad attività e servizi per fini sociali, associazionistici, di co-working e di accoglienza, anche per studenti e turisti.

Complesso in via S. Agostino degli Scalzi;
Complesso SS. Trinità delle Monache;
Complesso dei Cristallini;
Complesso dell’Annunziata.

Interventi infrastrutturali per il miglioramento dell’accessibilità, dell’accoglienza e della fruizione turistica:

Rientrano in questa categoria interventi infrastrutturali per il miglioramento del tessuto urbano del nucleo storico della città al fine di migliorarne l’accessibilità, la messa in sicurezza e la fruizione turistica.

Ex Deposito ANM Garittone;
Cimitero delle Fontanelle;
Area Piazza Cavour;
Area Fontanelle – Materdei
Area Piazza Sanità;
Area Sanità – Corso Amedeo di Savoia;
Area Salita Stella;
Area Cristallini-Capodimonte;
Area Moiariello;
Collina dello Scudillo;
Svincolo Tangenziale area S. Gennaro dei Poveri e Scudillo;
Complesso SS. Trinità delle Monache.

LA FOTO DEL PROGETTO DI INTERVENTO –

Napoli, accordo Comune - Governo: pronti 90 milioni per il centro storico

Immagine da La Repubblica

Napoli, accordo Comune - Governo: pronti 90 milioni per il centro storico

LEGGI COMMENTI