Ultimo aggiornamento sabato, 20 Luglio 2019 - 10:14

Cavallo dopato per vincere gara di trotto: scatta il blitz a Napoli

Cronaca
14 Maggio 2019 10:19 Di redazione
1'

Cavallo dopato alla gara di trotto “Premio Vesuvio” andata in scena lo scorso 27 ottobre 2018 all’ippodromo di Aversa (Caserta). E’ quanto accertato dalle analisi effettuate sull’animale che hanno portato nelle scorse ore i carabinieri forestali, al termine delle indagini coordinate dalla procura di Napoli Nord, a eseguire un decreto di sequestro preventivo del cavallo Special One LF.

I militari sono intervenuti a Varcaturo, frazione del comune di Giugliano (Napoli). Il provvedimento è stato eseguito a carico di un 51enne e un 64enne ritenuti responsabili di maltrattamento di animali e frode in competizioni sportive avendo impiegato il cavallo in una competizione all’ippodromo di aversa dopo avergli somministrato sostanze dopanti.

Dalle risultanze emerge che in occasione della partecipazione alla gara di trotto “Premio Vesuvio” tenutasi il 27 ottobre 2018 presso l’ippodromo di Aversa sarebbero state somministrate all’animale sostanze dopanti vietate e nocive del tipo anabolizzante la cui presenza è stata rilevata in un campione di urine.