Ultimo aggiornamento domenica, 15 Settembre 2019 - 20:12

Domenica di sangue, suocero e genero ammazzati a colpi di fucile

Benevento
31 Marzo 2019 19:43 Di redazione
2'

Sarebbe sceso dal furgone impugnando un fucile e facendo fuoco contro due persone che si trovavano all’esterno di un bar, uccidendole. Questa una prima ricostruzione del duplice omicidio avvenuto nel primo pomeriggio di domenica a Durazzano, in provincia di Benevento.

A perdere la vita Mario Morgillo, 68 anni, e il genero Andrea Romano, 49, il primo residente a Durazzano, il secondo ad Arienzo (Caserta). Si trovavano a Durazzano, nella piazza Galilei, la principale del piccolo comune sannita, per trascorrere la domenica in famiglia insieme a un altro figlio di Morgillo, residente nella zona.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Montesarchio, coordinati dal procuratore di Benevento, Aldo Policastro. I militari hanno raccolto testimonianze di familiari e persone presenti al momento dell’agguato nato da un litigio avvenuto nei giorni precedenti.

AGGIORNAMENTO: I carabinieri della compagnia di Montesarchio hanno fermato Francesco D’Angelo, 52 anni, ritenuto, secondo gli inquirenti, il presunto killer che ieri pomeriggio ha ucciso Morgillo e Romano con tre colpi di fucile. E’ stato catturato nel cortile di casa e trattenuto per tutta la notte. Avvalendosi della facoltà di non rispondere, D’Angelo è stato comunque sottoposto a fermo di indiziato di delitto per gravi elementi di prova a suo carico con l’accusa di duplice omicidio volontario e detenzione abusiva di armi. Il provvedimento è stato disposto dalla Procura della Repubblica di Benevento, retta da Aldo Policastro, che coordina le indagini.

LEGGI COMMENTI