Ultimo aggiornamento domenica, 29 Marzo 2020 - 22:56

Femminicidio a Miano, la mamma di Fortuna: “Era come segregata in casa”

La madre della vittima, nonché nonna dei tre figli della coppia, ha rivelato alcuni retroscena. Pronta per l'affido dei nipotini

Cronaca
10 Marzo 2019 18:33 Di redazione
2'

Il dolore è troppo grande, la ferita è aperta e continua a sanguinare. Patrizia, la mamma di Fortuna Bellisario la 36enne uccisa lo scorso giovedì dal marito Vincenzo Lopresti, non ha avuto neanche il tempo di assimilare il lutto che il pensiero è andato ai suoi tre nipoti. Per questi ultimi avrà presto inizio la “battaglia” per l’affidamento.

I bambini hanno 7, 10 e 11 anni, per ora sono stati affidati dal Tribunale dei minori ad alcuni familiari. I ragazzi, sono tutti e tre figli della coppia ma sono rimasti orfani di madre. È accaduto quel maledetto giorno, in quella casa sita nel parco La Quadra in via MianellaMiano, periferia a nord di Napoli.

L’uomo ha ucciso di botte la moglie, aiutandosi con una stampella sanitaria. L’epilogo drammatico di una storia già triste. Una storia fatta di violenza e gelosia. “Rivoglio Fortuna con me, almeno da morta“, queste le parole di Patrizia riportate da Il Mattino.

La mamma di Fortuna vive insieme al marito Salvatore nella casa di famiglia nel quartiere Sanità. Lo stesso appartamento nel quale è cresciuta la 36enne vittima di femminicidio proprio alla vigilia della festa della donna. C’è un continuo via via nel rione, fatto di solidarietà ed affetto per i due anziani che hanno perso la figlia.

Negli ultimi due anni non eravamo riusciti a vederla, e neanche a sentirla al telefono l’aveva isolato e ogni volta che abbiamo cercato di contattarla lui ce lo ha impedito. Si erano conosciuti grazie ad alcuni amici in comune, dopo due anni di fidanzamento decisero di sposarsi. Vincenzo sembrava l’uomo perfetto, con il passare del tempo avevamo notato che Fortuna poteva frequentarci solo in sua presenza e persino i nostri nipoti non potevano rimanere soli con i cuginetti, ma lei continuava a dire che andava tutto bene“, ha dichiarato nonna Patrizia.

LEGGI ANCHE – Arrestato Vincenzo Lopresti, l’accusa è di omicidio volontario

Femminicidio a Miano, la mamma di Fortuna: "Era come segregata in casa"
5
Ultimo aggiornamento 18:33
LEGGI COMMENTI