Ultimo aggiornamento lunedì, 25 marzo 2019 - 01:44

Reddito di Cittadinanza, Lombardia al secondo posto per numero di richieste

Napoli Città
8 Marzo 2019 17:41 Di Elisabetta Fasanaro
2'

A due giorni dall’inizio delle richieste del reddito di cittadinanza il Ministero del Lavoro ha comunicato i dati del numero di richieste per regione, sebbene non sia ancora quantificabile il numero delle domande pervenute ai circa 30.000 Centri di assistenza fiscale. Delle 44.125 domande pervenute alle Poste italiane il maggior numero proviene dalla Campania -con 5.770 richieste– mentre a poca distanza –5.751 richieste– si colloca la Lombardia e infine al terzo posto –5.328– la Sicilia.

Nonostante i numeri parlino chiaro, viene subito in mente che sin da quando era stata annunciata l’iniziativa del reddito di cittadinanza erano stati tanti i commenti contro i meridionali, che secondo diversi personaggi del mondo del giornalismo e della politica avrebbero approfittato del reddito per non dover lavorare, e che anzi avrebbero fatto di tutto per ottenere il sussidio senza averne diritto.

Nonostante ciò il 6 marzo agli sportelli delle Poste Italiane e i Centri di assistenza fiscale non c’è stata la ressa e il caos che tanti malpensanti avevano previsto: tanti sono anzi rimasti semivuoti per ore, come l’ufficio postale centrale di Piazza Matteotti, sebbene per quel giorno fosse stato aumentato il numero impiegati per rispondere alle richieste dei cittadini.

A smentire i pregiudizi che vogliono tutti i meridionali come individui disonesti, avidi e cialtroni inoltre è il fatto che il centro economico e industriale del paese, la Lombardia, abbia inoltrato solo 19 richieste in meno rispetto alla Campania, e che anche la Sicilia -mal giudicata quanto la Campania- si trovi al terzo posto. “È stata sbugiardata in modo chiaro la falsità che sia una misura solo per il Sud” hanno commentato i 5 Stelle.

LEGGI COMMENTI