Ultimo aggiornamento lunedì, 20 maggio 2019 - 15:31

Le mani alla “San Francesco”, il naso di Milik e i fischi pro ADL: in curva è stato un vero delirio

Ieri sera in curva B ho assistito ad un vero e proprio spettacolo, così come quello messo in scena dai giocatori in campo

Calcio Napoli
8 Marzo 2019 13:39 Di Andrea Aversa
2'

Uagliò astrign nu poco sti mani, me par San Francesco“, quando la persona in piedi di fianco a me ha pronunciato questa battuta al ragazzo che davanti a lui seguiva i cori degli ultrà, nel gruppetto di tifosi vicini a noi è partita una grande e fragorosa risata.

Si sa, l’ironia e l’allegria dei napoletani è un patrimonio unico dell’umanità. Con questa esclamazione il tifoso ha chiesto in modo carino e divertente al giovane dinanzi a lui di non coprirgli la visuale, già “messa in pericolo” dalle tante e bellissime bandiere sventolate in curva B.

La serata europea del Napoli vista dagli spalti “popolari” è stata davvero indimenticabile. Al di la del risultato, netto e che non ammette appelli (“miracoli” dell’ottimo Meret a parte), lo spettacolo che si è visto in campo c’è stato tale e quale in curva.

Tanto l’entusiasmo dei tifosi che non hanno mai smesso di cantare e sostenere la propria squadra. Canti, cori e salti. Sugli spalti della B è stato un delirio continuo culminato nel finale “azzurro”, momento in cui alcuni giocatori del Napoli sono arrivati sotto la curva ed hanno iniziato a cantare e saltare insieme ai tifosi sulle note del coro: “Sarò con te, e tu non devi mollare, abbiamo un sogno nel cuore, Napoli torna campione“.

Sono stati altri due gli episodi degni di nota e che definirei di colore. Uno riguarda il calcio giocato e la coppia Milik – Mertens. Dopo il gol del bomber polacco, l’attaccante belga ha “preso” il naso del compagno chiedendolo in regalo come “trofeo”. La scena è stata immortalata anche in una foto che “Ciro” ha pubblicato sul proprio profilo Twitter.

L’altro è relativo alla contestazione delle curve contro il presidente Aurelio De Laurentiis. Quando dai tifosi sono iniziati a partire i cori contro il patron, dalle tribune e da alcune parti dei distinti, si sono sollevati i fischi di molti altri sostenitori che hanno coperto i canti degli ultrà. Insomma, sul tema la società e la tifoseria napoletana sembrano divise. L’unica pecca di una serata europea memorabile ma che ha dimostrato il fermento e la passione di un popolo per la maglia azzurra.

IL VIDEO –

LA FOTO –

Le mani alla "San Francesco", il naso di Milik ed è delirio in curva: questo Napoli è da Europa

LEGGI COMMENTI