Ultimo aggiornamento sabato, 19 Ottobre 2019 - 18:00

Bambino di 6 anni decapitato davanti alla madre: “Credeva nella religione sbagliata”

La sconcertante notizia è stata riportata dalla stampa inglese. Lo scabroso episodio è avvenuto in Arabia Saudita

Non solo a Napoli
10 Febbraio 2019 15:46 Di redazione
1'

Faceva parte della religione ritenuta sbagliata da quelli che appartengono al ramo religioso più grande dell’Islam. Stiamo parlando degli sciiti e dei sunniti, da sempre in guerra.

A farne le spese, come riportato dal Mirror, un bambino di 6 anni. Un’anima innocente che non centra nulla con tutto questo ma che invece ha dovuto pagare con la vita.

In Arabia Saudita, in un tempio di Medina, lui e la madre sono stati attaccati e aggrediti. Ma la violenza è degenerata e non ha avuto fine. Anzi si è conclusa con un epilogo tragico.

I due sono stati presi e messi in una macchina. Il piccolo è stato poi strappato via dalla madre e colpito al collo con un bicchiere di vetro rotto, finché non è stato decapitato.

Come riportato da Leggo, la madre ha dovuto assistere, inerme, all’uccisione del figlio. Le sue urla si sentono ancora per tutto il Medio Oriente.

Bambino di 6 anni decapitato davanti alla madre: "Credeva nella religione sbagliata"

foto da Leggo

LEGGI COMMENTI