Ultimo aggiornamento sabato, 19 Ottobre 2019 - 17:58

Aperture e chiusure domenicali dei negozi, ecco il compromesso Lega-M5S

I due partiti della maggioranza avrebbero trovato un accordo per la nuova legge

Politica
31 Gennaio 2019 18:38 Di redazione
2'

Si prevede l’apertura per una domenica su due: 26 domeniche sulle 52 totali. Si potrà tenere aperti i negozi per 4 festività su 12. Previste deroghe per le località turistiche e i centri storici.

Il testo base della proposta di legge è arrivato in commissione Attività produttive della Camera. Il provvedimento prevede 26 aperture domenicali su 52 totali e la chiusura degli esercizi commerciali nelle 12 festività nazionali. Come riportato da Fan Page, ci sarà una deroga per un totale di 4 giorni di apertura che verranno stabiliti su scelta delle regioni.

Un’altra eccezione sarà riservata alle attività commerciali presenti nei centri storici. Questi ultimi potranno rimanere aperti tutte le domeniche dell’anno, ma non durante le festività. Per quanto riguarda le zone turistiche, le 26 domeniche potranno essere concentrate tutte in periodo di alta stagione.

Inoltre, nelle località fino a 10mila abitanti saranno aperti i negozi fino a 150 metri quadri. Nei comuni con più di 10mila abitanti saranno aperti i negozi fino a 250 metri quadri. Saranno invece sempre aperte le rivendite di generi di monopolio, gli esercizi interni ai campeggi, ai villaggi e ai complessi turistici, gli esercizi di vendita al dettaglio situati nelle aree di servizio lungo le autostrade, nelle stazioni ferroviarie, marittime ed aeroportuali, le rivendite di giornali, le gelaterie e gastronomie, le rosticcerie e le pasticcerie, gli esercizi specializzati nella vendita di bevande, fiori, piante e articoli da giardinaggio, mobili, libri, dischi, nastri magnetici, musicassette, videocassette, opere d’arte, oggetti d’antiquariato, stampe, cartoline, articoli da ricordo e artigianato locale, e anche le stazioni di servizio autostradali e le sale cinematografiche.

Disposte anche le sanzioni amministrative per i commercianti che non rispetteranno questa legge. In caso di violazione delle nuove norme, previste multe che possono andare dai 10mila a 60mila euro, con la possibilità di raddoppiare la multa in caso di recidiva. I proventi delle multe saranno destinati al contrasto dell’abusivismo commerciale e ad azioni di promozione del decoro urbano.

Aperture e chiusure domenicali dei negozi, ecco il compromesso Lega-M5S

LEGGI COMMENTI