Ultimo aggiornamento venerdì, 26 aprile 2019 - 14:30

Salvini, applausi e fischi ad Afragola: “Abusivi avete le ore contate. Saviano parla solo, io no”

Cronaca
18 Gennaio 2019 17:07 Di redazione
5'

Prima l’incontro con Gino Sorbillo nell’aeroporto militare di Napoli, poi la visita ad Afragola dove il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha fatto il punto della situazione dopo l’escalation di bombe e raid intimidatori avvenuti nell’ultimo mese nel comune alle porte di Napoli.

L’INCONTRO CON SORBILLO – Ore intense per il segretario della Lega in visita tra Napoli e provincia per poche ore. Intorno alle 14.30 l’incontro nell’aeroporto militare di Napoli con il pizzaiolo Gino Sorbillo, vittima nei giorni scorsi della bomba fatta esplodere davanti all’ingresso della sua storica attivià in via dei Tribunali a Napoli. Salvini, che indossava la divisa della polizia, avrebbe voluto incontrarlo nella sua pizzeria ma a causa della chiusura “per bomba” dei locali ha dovuto ripiegare sull’aeroporto.

“Mi ha ascoltato con concentrazione – ha spiegato Sorbillo – e mi ha detto che presto verrà nel centro storico di Napoli e nella mia pizzeria. Sono sicuro che verranno individuati gli autori di questo scandaloso crimine”. Sorbillo ha poi aggiunto: “Mi sono vestito con la giacca da pizzaiolo perché è quello che faccio. Quello a me è stato un attacco al commercio, alla Napoli che lavora, agli esercizi commerciali, per poi giocarsi questo attacco dicendo che se lo fanno a me lo possono fare e tutti. Resto fiducioso nelle indagini, mantengo l’ottimismo e soprattutto amo Napoli”.

AD AFRAGOLA APPLAUSI E FISCHI – Salvini è poi arrivato ad Afragola poco prima delle 15.30 accolto da applausi ma anche fischi da parte delle persone presenti in piazza. Presenti il sottosegretario al Mezzogiorno Pina Castiello e il sindaco di Afragola Claudio Grillo. Dopo qualche breve selfie con alcuni cittadini, il Ministro è poi entrato in comune per la riunione sull’emergenza criminalità.

LEGGI ANCHE – Salvini arriva ad Afragola e Saviano l’attacca: “Erede e garante della mala politica”

La conferenza stampa:

PIU’ FORZE DELL’ORDINE – “Grazie ai sindaci dei comuni a nord di Napoli. Sono arrivati già più carabinieri e poliziotti, altri arriveranno. Il ministro dell’Interno risponderà con i fatti in questo 2019. Ci saranno in strada più divise, più telecamere. Non entro nel merito delle indagini sugli ultimi episodi ma confido nel lavoro delle forze dell’ordine. Se qualcuno pensa di fare la voce grossa ad Afragola dovrà fare i conti con noi. Da Ministro metterò le istituzioni locali nelle condizioni di lavorare al meglio e questo lo farò stanziando fondi per più poliziotti e carabinieri. In sei mesi abbiamo stanziato 400milioni di euro per 8mila assunzioni”.

ABUSIVISMO  – “Riguardo l’occupazione abusiva di case popolari voglio annunciare che faremo sul serio e tra qualche settimana si vedranno già i risultati e li vedranno anche il 99% dei cittadini onesti. Non è possibile che tra Napoli e provincia ci sia più di un terzo della case popolari occupate abusivamente. Dico ai cittadini di Afragola di non difendere queste persone quando andremo a cacciarli di casa. Perché nelle case abusive ci sono anche i camorristi. Io la camorra la combatto in piazza, in casa e sugli appalti”.

TANTI SOLDI PER NAPOLI – “Abbiamo stanziato tanti soldi per la città di Napoli ma il sindaco de Magistris pensa più a fare politiche sull’immigrazione che a risolvere i problemi della città. Nel decreto sicurezza c’è la possibilità per i primi cittadini di assumere cento vigili”.

SAVIANO PARLA SOLO – “In sei mesi c’è il doppio dell’intervento pubblico nel contrastare la criminalità organizzata, cosa che altri governi non hanno mai fatto. Saviano forse era distratto in passato. Non perdo tempo a rispondere a Saviano. Qualsiasi cosa avessi fatto avrei sbagliato per lui. Non me ne può fregar di meno. Lui lavora con le parole, io con i fatti”. Al termine della dichiarazione di Salvini  ci sono stati applausi di alcune persone presenti in sala”.

SORBILLO – “A Sorbillo ho chiesto una pizza, voglio andare presto a mangiarla”.

L’incontro tra Sorbillo e Salvini

DENUNCE RACKET – “Il consiglio dei Minsitri ha nominato il nuovo responsabile del sistema anti-racket e anti-usura ma occorrono più soldi. Conto sulla professionalità delle forze dell’ordine, non possiamo essere ovunque per proteggere le persone che denunciano il racket. Nel 2018 ci sono stati tantissimi casi di denuncia. Stiamo valutando anche il sistema di protezione dei collaboratori e dei testimoni di giustizia e delle persone che vivono sotto scorta”.

“INCONTERO’ MARIO – “Non posso incontrare tutti. La giornata è di 24 ore e ho troppe cose da fare anche in altre città. Ho incontrato Sorbillo, incontrerò anche Mario (il pizzaiolo di Forcella finito nel mirino della camorra nei giorni scorsi, ndr).

3
Ultimo aggiornamento 17:07
LEGGI COMMENTI