Ultimo aggiornamento lunedì, 10 dicembre 2018 - 17:39

Trasferito dal carcere di Parma a quello di Torino, muore detenuto napoletano

Michele Pepe 38 anni era sottoposto al regime del 41 bis. L'uomo è deceduto appena arrivato in Piemonte. Soffriva di patologie cardiache

Cronaca
5 dicembre 2018 17:36 Di redazione
1'

Si sospetta un altro caso di mala sanità in carcere. L’ultima vittima è stata Michele Pepe 38 anni originario di Caivano e legato ad un clan di camorra locale. L’uomo era detenuto presso il carcere di Parma dove era sottoposto al regime del 41bis.

Per problemi di salute il 38enne è stato trasferito dal penitenziario emiliano a quello di Torino. Ma prima Pepe è stato ricoverato in ospedale a causa di un problema cardiaco. Peccato che nel carcere del capoluogo piemontese l’uomo non ci è mai arrivato.

Infatti, Pepe è deceduto appena arrivato a Torino dopo che era stato dimesso dall’ospedale parmense. La causa potrebbe essere stata proprio un arresto cardiaco. Un semplice infarto che ha fatto scattare il sospetto: forse il 38enne non doveva essere trasportato in un altro penitenziario e non poteva sostenere il regime del 41 bis.

Come riportato da La Repubblica, sulla salma di Pepe sarà effettuata l’autopsia volta a comprendere la causa del decesso. In seguito l ‘autorità giudiziaria, dopo i normali rilievi del caso, valuterà l’ipotesi di aprire un’inchiesta.

LEGGI COMMENTI