Ultimo aggiornamento lunedì, 10 dicembre 2018 - 17:39

Sky Sport e Totti sconvolti dal Var: “Dove eravate quando Sarri e i suoi ragazzi venivano rapinati?”

Calcio Napoli
3 dicembre 2018 17:10 Di redazione
4'

Dopo il rigore non concesso in modo clamoroso, e probabilmente in malafede, alla Roma per un fallo netto subito da Zaniolo, il mondo del calcio e numerosi addetti ai lavori gridano alla scandalo e chiedono spiegazioni per quanto avvenuto domenica sera all’Olimpico durante la sfida tra i giallorossi e l’Inter dell’ex Spalletti.

Nel mirino l’arbitro Rocchi e, soprattutto, l’addetto al Var Fabbri che nonostante la possibilità di rivedere tutto al replay non ha richiamato il fischietto di Firenze. Un’assurdità condannata anche dallo stesso presidente degli arbitri Marcello Nicchi che all’Ansa si è così espresso sullo scempio: “Non riesco a capire come si sia potuto fare un errore del genere – ha commentato il numero uno dell’Aia all’Ansa -, una svista inconcepibile. Di questo se ne occuperà il designatore Rizzoli, ora cerchiamo di voltare pagina e tornare a parlare di calcio”.

Mondo del pallone indignato, dunque. A Sky Sport come a Dazn abbiamo assistito allo sfogo di Francesco Totti contro una tecnologia che non la si vuole far funzionare in modo adeguato. A tal proposito, è interessante il punto di vista di una pagina Facebook molto seguita negli ultimi tempi dal tifo partenopeo. La pagina si chiama “La Napoli bene” e si distingue per post e foto legati al mondo, e ai valori del tifo organizzato, e a storia di “pallone”, il calcio giocato che sempre di più viene messo in secondi piano.

Il linguaggio risulta essere schietto e a tratti offensivo, il messaggio tuttavia è assai chiaro e, soprattutto, condivisibile, almeno per chi, da tifoso del Napoli, è reduce da uno scorso campionato caratterizzato da un finale assai vergognoso.

Ieri sera il “salotto buono” di Sky sport, quello che lecca i culi giusti e pone cortine di nebbia impenetrabili dove necessario, ha concesso tempo e spazio a Francesco Totti intervistato in merito al clamoroso fallo commesso da D’Ambrosio su Zaniolo ignorato da Arbitro e addetti al Var.

Ma, Francè, dove cazzo stavi l’anno scorso che adesso parli di vergogna?

Dove stavano i servi seduti in giacca e cravatta mentre un Uomo in tuta ed i suoi Ragazzi venivano rapinati senza vergogna davanti a tutta Italia senza che chicchessia proferisse parola?

Dove cazzo eravate mentre Benatia calciava il petto di Lucas Leiva che al confronto l’intervento su Zaniolo rappresenta la carezza della sera?

Cosa cazzo facevate mentre Bernardeschi rimaneva impunito giocando a pallavolo in terra sarda?

Di cosa discutevate dopo gli interminabili minuti passati per cercare un qualsiasi appiglio per revocare il rigore ai viola?

Il vostro senso di vergogna, quello che oggi urla Francesco Totti e che supportate con il vostro imbarazzato ed imbarazzante silenzio, dove cazzo era?

E le vostre facce timide, concilianti e servili mentre l’ex capitano della Roma gettava merda su tutto il sistema perché non erano le stesse nella serata in cui Pjanic ed Orsato assassinavano il Napoli ed il calcio senza pietà?

Stasera c’è il Napoli, spero che rompa il culo ai berghem così come spero che lotti ogni maledetta domenica su ogni pallone contro ogni avversario, ma questo che quasi mi imbarazza chiamare sport è diventato nauseante, provoca rigurgiti continui, reminiscenze che determinano conati, disaffezione e disgusto.

Che se ci penso più di un attimo prendo il decoder, lo getto dal terzo piano, mi infilo due dita in gola e mi scelgo una squadra di promozione da seguire.

Voglio vedere in quanti avranno le palle di parlare di Mertens a Crotone ed alberghi, di carattere mancato ed esperienza.

Mi auguro che qualcuno abbia il coraggio di farlo, ed allo stesso tempo di accomodarsi in fondo a destra, all’uscita, risparmiandomi il fastidio di dovergli indicare la strada.

 

LEGGI COMMENTI