Ultimo aggiornamento giovedì, 21 marzo 2019 - 13:35

PrestoFood.it arriva a Napoli, ordinare cibo non è mai stato così facile

Partita da Catania l’azienda è in forte espansione in tutto il Sud Italia

Cucina
14 Novembre 2018 18:58 Di redazione
2'

Arriva anche a Napoli il servizio di PrestoFood.it. La piattaforma di order and delivery, partita a Catania da un’idea di Guido Consoli, punta a far arrivare a casa degli utenti con un semplice ordine e nel più breve tempo possibile, pietanze dai migliori ristoranti della città.

Il servizio di PrestoFood.it, rispetto a tutti gli altri order and delivery, si caratterizza per alcune caratteristiche. Innanzitutto non ci sono limiti, sul territorio cittadino di distanza. Questo vuol dire che se si vuole ordinare del mangiare da un ristorante che si trova nella stessa città, anche se molto distante, la consegna verrà effettuata nei tempi prestabiliti. Inoltre gli utenti possono fare multi-ordini. Ovvero possono ordinare pietanze da ristoranti differenti ed ottenere il tutto in un’unica consegna. Per quanto riguarda la fase dell’ordine sono tre le modalità per richiederlo: via sito, via applicazione o telefonicamente con un servizio dedicato che risponde ad ogni esigenza.

La forza di PrestoFood.it sta nei circa 150 riders e negli oltre 500 ristoranti presenti sulla piattaforma. In poco tempo il team guidato da Guido Consoli ha consolidato il proprio business superando il milione e mezzo di fatturato. Una realtà partita dal Sud che fa del Sud la sua casa. Infatti dopo Catania il servizio è stato attivato a Palermo, Messina, Reggio Calabria, Lecce, Cagliari, Sassari e ora Napoli.

La soddisfazione per i risultati raggiunti non limita i piani di espansione di PrestoFood.it. Questo è ben evidente dalle parole del suo Ceo Guido Consoli: “Siamo molto felici per l’apertura a Napoli – afferma Consoli – che permette alla nostra azienda di confrontarsi con un territorio pieno di possibilità”.  Consoli poi rivendica le radici isolane: “Io sono siciliano e conosco perfettamente le difficoltà che noi isolani dobbiamo incontrare nel fare impresa e nel creare. Proprio per questo motivo – conclude Consoli – ogni volta che apro in una nuova città con il mio team l’orgoglio è grande e non vogliamo fermarci”.

LEGGI COMMENTI