Ultimo aggiornamento domenica, 16 dicembre 2018 - 22:04

EAV, lettera – denuncia di alcuni dipendenti, De Gregorio: “Fatto miracoli, rispettiamo regole”

Straordinari non pagati, disservizi, mancanza di personale, bus obsoleti. È tutto nel documento. De Gregorio: "I lavoratori EAV pensassero a lavorare"

Trasporti
11 ottobre 2018 13:33 Di Andrea Aversa
4'

Alcuni dipendenti interinali dell’EAV hanno scritto una lettera – denuncia che accusa l’azienda di aver assunto diversi comportamenti scorretti nei loro confronti. Nel documento sono segnalate alcune azioni che evidenzierebbero il non rispetto degli impegni presi e dei contratti stipulati tra l’EAV e questi lavoratori.

In particolare l’assunzione di molti giovani con contratti interinali tramite un’agenzia di lavoro. Accordi che non avrebbero dovuto prevedere straordinari e turni extra oltre le 6.30 ore lavorative. Invece, secondo quanto riportato nel documento, questi lavoratori sarebbero stati costretti a lavorare molte ore in più senza essere pagati. La situazione si sarebbe aggravata a partire dallo scorso mese di giugno, quando date le scarse risorse e le carenze di organico, sarebbero iniziati non pochi disagi per questi dipendenti.

Inoltre, nel documento è denunciato il non rinnovo del contratto dei lavoratori del deposito di Agnano e l’utilizzo di pochi bus, in quanto molti sono fermi nelle officine a causa delle loro condizioni vecchie e obsolete. La mancanza di vetture e di personale sarebbe anche causa della sospensione di molte corse.

Di conseguenza, i dipendenti al lavoro, sarebbero costretti a subire vessazioni e aggressioni verbali da parte dei cittadini che lamentano il disservizio del trasporto pubblico regionale. All’interno della lettera, si invoca addirittura un intervento della magistratura affinché siano individuati e puniti i responsabili di questi disagi.

In merito alla lettera e alla situazione dei dipendenti interinali abbiamo sentito il Presidente dell’EAV Umberto De Gregorio che ci ha detto:

All’interno di questa lettera si dicono cose in contrasto tra di loro. Si sostiene che andrebbe rinnovato il contratto interinale in bassa stagione ad Agnano, dove si lamentano che non ci sono i bus. Allora a cosa servirebbero maggiori autisti? Per guidare bus fantasma? In senso più ampio, abbiamo indetto un bando per assumere 350 dipendenti, di cui 100 autisti. Lo abbiamo fatto non appena sbloccato il turn over a livello nazionale, prima società partecipata in Italia. Cosa dovevamo fare di più? Abbiamo ereditato un’azienda dal fallimento EAVBUS, riacquistato dal fallimento tutti i beni (bus compresi), e pagato il TFR a tutti. Un miracolo. Certo, lo sappiamo benissimo che servono più bus e bus nuovi, come anche treni nuovi. Ma non li facciamo uscire dal cilindro come dei giocattoli, né i bus né i soldi per comprarli. Invito i dipendenti di EAV, che percepiscono regolarmente a fine mese lo stipendio, a guardare cosa succede alle altre aziende sorelle del napoletano. A non lamentarsi ma a rimboccarsi le maniche“.

Inoltre, in merito ai presunti straordinari non pagati e alla questione legata al rinnovo dei contratti per gli operatori del deposito di Agnano, De Gregorio ha affermato: “I vincoli dei contratti sono tutti rigorosamente rispettati. In generale gli interinali si prendono quando vi è un carico di lavoro che non si riesce a portare avanti con le risorse umane disponibili. Oggi non è cosi. Invito i dipendenti EAV a lavorare bene, a fare più controlli per far pagare i biglietti sui bus. Se qualche quadro o dirigente non fa a pieno il suo dovere verrà punito. Io in questi tre anni ho dimostrato ai lavoratori della gomma che non sono più cittadini di serie B“.

La lettera, firmata da circa 80 dipendenti (quasi tutti quelli coinvolti nella vicenda) è stata inviata ai responsabili amministrativi locali e nazionali, oltre che a diversi sindacati.

Eav, lettera di denuncia di alcuni dipendenti: "Sfruttati e non pagati" Eav, lettera di denuncia di alcuni dipendenti: "Sfruttati e non pagati" Eav, lettera di denuncia di alcuni dipendenti: "Sfruttati e non pagati"

LEGGI COMMENTI