Ultimo aggiornamento mercoledì, 14 novembre 2018 - 21:54

Il mistero della scomparsa di Michele Sorrentino, sparito dal 31 luglio

Aveva in programma un appuntamento di lavoro a Treviso, ma da allora non si sa più nulla

Cronaca
13 settembre 2018 19:19 Di redazione
2'

E’ dal 31 luglio scorso che ad Atripalda, in provincia di Avellino, non si hanno più notizie di Michele Sorrentino. Il 45enne, rappresentante di materiali per il fotovoltaico, prima di lasciare la cittadina di residenza ha detto alla compagna che si sarebbe recato a Treviso per un incontro di lavoro. La sera stessa aveva contattato la compagna per avvisarla che era arrivato a destinazione e che avrebbe cercato una sistemazione per la notte. Ma da quel momento di Michele Sorrentino non si è saputo più nulla.

Da quella telefonata, infatti, il suo cellulare risulta spento, mentre la sua auto, un’Alfa Romeo 147 nera targata DB666TJ, non è mai stata ritrovata. Della scomparsa di Michele si sta anche occupando la trasmissione Chi l’ha visto? che ha ricostruito tutta la vicenda. Dal saluto di Michele alla compagna Francesca e i due figli piccoli di quel martedì, al viaggio e l’ultima telefonata della sera. In trasmissione è intervenuto anche il cugino di Michele, Vincenzo D’Orsi che è coetaneo e si è fatto portavoce della famiglia per cercare l’uomo.

La trasmissione rende noto che la compagna di Michele ha fatto delle indagini su un vecchio conto bancario di Michele e da cui risulta che sono stati effettuati, il giorno dopo la scomparsa, dei pagamenti a Serramazzoni in provincia di Modena. Analizzando i conti si è scoperto che un amico emiliano, intervistato dalla trasmissione di Rai 3, gli avrebbe prestato oltre 3.500 euro in due bonifici. Inoltre il 2 agosto in una località sul Lago di Garda lo stesso bancomat ha effettuato un ultimo prelievo. Insomma tutta una serie di indizi che però non hanno ancora portato a nulla e non fanno ancora chiarezza su dove sia Michele Sorrentino.

Michele ha 45 anni, è alto 170 cm e ha una leggera deviazione del setto nasale, un vistoso tatuaggio sul braccio con scritto “Vincenzo” che è il nome del fratello.

LEGGI COMMENTI