Ultimo aggiornamento domenica, 19 agosto 2018 - 18:26

Fratellini travolti dal treno in Calabria: la tragedia di Lorenzo e Giulia

Cronaca
10 agosto 2018 13:18 Di redazione
2'

La tragedia di Brancaleone, in provincia di Reggio Calabria, ha sconvolto per sempre una famiglia. Mercoledì scorso due bambini, Lorenzo e Giulia Pipolo, 12 e 6 anni, sono stati travolti da un treno e sono morti mentre la madre, anch’ella sui binari, è ricoverata in gravissime condizioni.

La disgrazia è avvenuta perché la famiglia non ha utilizzato il sottopassaggio per recarsi da un binario all’altro, ma ha attraversato direttamente sui binari della stazione trovando così la morte.  Secondo quanto riporta il Corriere, in quella stazione il sottopassaggio è ostacolato da rifiuti di ogni genere per cui è abitudine di tutti percorrere il tragitto in modo alternativo.

I piccoli si stavano recando in spiaggia con la mamma Simona Dall’Acqua, 49, casalinga residente ad Albairate, comune di 4.708 abitanti nella provincia di Milano. La piccola, affetta da autismo, è scappata al controllo della madre, le ha lasciato la mano. Il fratello l’ha rincorsa sui binari, la donna ha tentato di salvare i suoi figli con una corsa disperata ma sono stati travolti dal treno in corsa partito da Catanzaro e diretto a Reggio Calabria. Mercoledì mattina c’era anche il nuovo compagno della donna, Antonio Alfonso Parpiglia, 54 anni, che però, si è attardato per cercare un posto all’ombra dove parcheggiare l’auto.

LEGGI COMMENTI