Ultimo aggiornamento giovedì, 21 giugno 2018 - 14:03

Far west Napoli, attraversa sulle strisce ma viene accoltellato da tre giovani

Cronaca
12 giugno 2018 18:14 Di redazione
3'

Prima gli impediscono di attraversare sulle strisce pedonali, poi sgommano e lo deridono, infine, dopo la reazione del malcapitato, scendono dall’auto e lo accoltellano all’addome. Scena di ordinaria follia quella che si è verificata poco dopo le 23 di lunedì sera all’angolo tra via Galileo Ferraris e Corso Arnaldo Lucci, zona compresa tra la stazione Centrale di Napoli e via Marina.

Vittima un cittadino algerino di 53 anni ferito da più fendenti inferti dal più piccolo dei tre aggressori, un ragazzo di 17 anni, che insieme a un 24enne e un 18enne è stato arrestato dai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine Campania per il reato di tentato omicidio aggravato in concorso.

E’ stata la vittima a chiedere aiuto a una volante che passava nella zona.  Gli agenti hanno soccorso l’uomo che era stato accoltellato più volte all’addome da tre giovani. Raccolta la descrizione dettagliata fornita dalla vittima e da alcuni testimoni e relativa all’auto sulla quale viaggiavano i tre, gli agenti hanno diramato note di ricerca della vettura, una Fiat Panda, con la quale erano scappati in direzione di via Nuova Marina.

I tre poco dopo sono stati fermati dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico in via Reggia di Portici, altezza Via Marina dei Gigli, nel quartiere San Giovanni a Teduccio. Gli agenti hanno notato l’auto transitare ad alta velocità in direzione del corso San Giovanni a Teduccio con il vetro posteriore (lato passeggero) infranto ed evidentissime strisce di sangue sullo sportello. Immediatamente si innescava un inseguimento, durato poche decine di metri, durante il quale gli occupanti della vettura hanno tentato di disfarsi di un coltello prontamente recuperato, risultato essere del tipo a “farfalla”, con evidenti tracce di sangue.

I tre giovani a bordo dell’autovettura, Bruno Emanuele Borrelli, 24enne napoletano, Ciro Paolillo, napoletano 18enne e M.E. 17enne napoletano, sono stati arrestati per il reato di tentato omicidio aggravato in concorso. Secondo la ricostruzione della polizia, la vittima ha avuto un diverbio con i tre giovani che, nonostante le strisce pedonali, non gli hanno consentito di attraversare la strada. Un atteggiamento che ha provocato le proteste dell’algerino a cui sono seguiti gli atteggiamenti provocatori dei tre, con il conducente (Borrelli) che più volte ha sgommato arrivando ad esasperare il 53enne che ha reagito sferrando un pugno contro la vettura.

Un gesto considerato come un vero e proprio affronto dai tre delinquenti che sono scesi dalla macchina, hanno circondato il malcapitato prima che il più piccolo iniziasse a ferirlo con diverse coltellate al torace. Proprio il 17enne è stato riconosciuto successivamente dalla vittima, soccorsa e trasportata al vicino Loreto Mare dove è attualmente ricoverata.

I due maggiorenni sono stati condotti al carcere di Poggioreale, mentre il minore è stato condotto presso il Centro Prima Accoglienza dei Colli Aminei. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro unitamente al coltello ed alla maglietta di colore nero con striscia bianca indossata dal minore.

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi