Ultimo aggiornamento giovedì, 21 giugno 2018 - 14:03

“Deve passare lo Spirito Santo”, così lo psichiatra violentava le sue pazienti

Cronaca
12 giugno 2018 21:41 Di redazione
2'

Utilizzava la terapia per violentare le sue pazienti e “permettere la discesa dello Spirito Santo“. Questo il modus operandi di uno psichiatra originario di Raccapiemonte, in provincia di Salerno, e latitante dal 2011 in seguito a una condanna a 12 anni di carcere per violenza sessuale aggravata dall’abuso di condizione di inferiorità psichica, per abusi nei confronti di almeno due pazienti.

Il professionista, Gaetano Polichetti, 74 anni, è riuscito a sfuggire per sette anni alle forze dell’ordine grazie alle coperture che riceveva dai suoi familiari. E’ stato scovato dai carabinieri di Salerno a Milano doveva viveva nei pressi di piazzale Loreto insieme alla moglie. Gli investigatori hanno seguito i movimenti di alcuni suoi parenti che da Roccapiemonte andavano a trovarlo.

Polichetti e la moglie sono stati trovati in possesso di otto carte d’identità rilasciate dal comune di Poggiomarino, in provincia di Napoli, un passaporto cartaceo e sette passaporti digitali rilasciati dalla Questura di Napoli, quattro patenti di guida, quattro tessere dell’Ordine dei Medici di Salerno.

“Dopo la pronuncia della Corte di Cassazione e dopo aver beneficiato della prescrizione per un caso ottenendo la riduzione della condanna a sei anni di reclusione, ha fatto perdere le sue tracce” ha spiegato Antonio Centore, procuratore capo di Nocera Inferiore.

 

 

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi