Ultimo aggiornamento giovedì, 16 agosto 2018 - 01:30

“Deve passare lo Spirito Santo”, così lo psichiatra violentava le sue pazienti

Cronaca
12 giugno 2018 21:41 Di redazione
2'

Utilizzava la terapia per violentare le sue pazienti e “permettere la discesa dello Spirito Santo“. Questo il modus operandi di uno psichiatra originario di Raccapiemonte, in provincia di Salerno, e latitante dal 2011 in seguito a una condanna a 12 anni di carcere per violenza sessuale aggravata dall’abuso di condizione di inferiorità psichica, per abusi nei confronti di almeno due pazienti.

Il professionista, Gaetano Polichetti, 74 anni, è riuscito a sfuggire per sette anni alle forze dell’ordine grazie alle coperture che riceveva dai suoi familiari. E’ stato scovato dai carabinieri di Salerno a Milano doveva viveva nei pressi di piazzale Loreto insieme alla moglie. Gli investigatori hanno seguito i movimenti di alcuni suoi parenti che da Roccapiemonte andavano a trovarlo.

Polichetti e la moglie sono stati trovati in possesso di otto carte d’identità rilasciate dal comune di Poggiomarino, in provincia di Napoli, un passaporto cartaceo e sette passaporti digitali rilasciati dalla Questura di Napoli, quattro patenti di guida, quattro tessere dell’Ordine dei Medici di Salerno.

“Dopo la pronuncia della Corte di Cassazione e dopo aver beneficiato della prescrizione per un caso ottenendo la riduzione della condanna a sei anni di reclusione, ha fatto perdere le sue tracce” ha spiegato Antonio Centore, procuratore capo di Nocera Inferiore.

 

 

LEGGI COMMENTI