Ultimo aggiornamento martedì, 11 dicembre 2018 - 23:15

Strage Latina, psicologi per gli amici di Alessia e Martina. Don Livio: “Nessuna polemica in chiesa”

Cronaca
12 marzo 2018 13:07 Di redazione
2'

E’ ancora sotto choc la comunità di Cisterna di Latina dopo la strage che ha visto protagonista l’appuntato dei carabinieri Luigi Capasso. Giovedì si sono svolti i funerali di Alessia e Martina, le figlie di 7 e 13 anni di Capasso e Antonietta Gargiulo, ricoverata dallo scorso 28 febbraio in ospedale dopo essere stata raggiunta anche al volto dai proiettili esplosi dalla pistola d’ordinanza del marito, morto poi suicida.

Nelle scuole dove andavano Alessia e Martina, il dirigente scolastico ha chiamato gli psicologi per assistere i compagni di classe e gli amici delle due bambine, visibilmente scossi da quanto accaduto nelle ultime settimane. A Cisterna di Latina e in tutta Italia per dieci giorni non si è parlato d’altro, con le foto di Alessia e Martina diffuse sia in televisione che sui social. Impossibile per i compagni di classe e gli amici delle due piccole vittime non essere venuti a conoscenza della strage commessa dal loro papà. La decisione di chiamare gli psicologi è maturata in seguito al clamore mediatico che ha avuto la vicenda.

LA TECNICA DEI MEDICI PER ANNUNCIARE AD ANTONIETTA LA MORTE DELLE FIGLIE

Lo stesso clamore è stato dato anche alle parole di don Livio Fabiani, il parroco della chiesa Collina dei Pini di Cisterna di Latina, che durante l’omelia nel coso dei funerali ha chiesto ai numerosissimi fedeli presenti di pregare anche per Luigi Capasso. Una richiesta che non è piaciuta ad alcune persone presenti in chiesa che hanno manifestato il proprio dissenso fischiando. Lo stesso don Livio è tornato sulla vicenda ridimensionando fischi e urla a “una manciata di brusii tra seimila persone”. Il sacerdote ha spiegato di non aver sentito alcuna contestazione ma “c’è stato un comprensibile brusio quando ho chiesto di pregare per il papà, ma nulla di più. Ho chiesto scusa e spiegato cosa era successo. Hanno perdonato i parenti, la mamma di Alessia e Martina. Chi siamo noi per giudicare?. Se Gesù è venuto sulla terra per portare un messaggio di pace e perdono, la famiglia di Antonietta l’ha capito, la comunità l’ha capito. Io sono stato solamente portatore di questa clemenza” ha poi concluso.

“ANTONIETTA GARGIULO HA PERDONATO LUIGI CAPASSO”

LEGGI COMMENTI