Ultimo aggiornamento domenica, 24 giugno 2018 - 21:30

Stefano Conti racconta la storia di Giuliano l’Apostata in un viaggio nel tempo

Cultura
28 febbraio 2018 12:48 Di Valentina Giungati
4'

Stefano Conti brillante storico e scrittore è impegnato in giro per l’Italia nella promozione del suo ultimo romanzo storico archeologico “Io sono l’imperatore”. Appassionato e coinvolgente il suo lavoro va ben oltre la storia e accompagna il lettore in un viaggio che travolge, pagina dopo pagina, alimentando curiosità e interesse per un personaggio storico emblematico, Giuliano l’Apostata.

Conti ha fatto tappa a Napoli presso il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore dove il 24 febbraio ha presentato la sua opera ad una folla di curiosi…

Presentazione Stefano Conti

Stefano Conti, storico e scrittore, come nasce questa passione?

La storia antica ha sempre esercitato un grande fascino su di me. Negli anni ho approfondito gli studi e le ricerche, fino a decidere di dedicarmi completamente allo studio di un specifico periodo storico: la storia romana tardo-antica. Come docente universitario di Storia Romana, mi sono appassionato alla figura dell’imperatore Giuliano detto l’Apostata. Ho pubblicato così due monografie storiche su di lui, ma Giuliano per me è una figura viva, che può affascinare anche i non addetti ai lavori, se presentata nel modo giusto, magari evidenziandone gli aspetti ignoti: ecco l’idea di scrivere un romanzo che lo riguardasse.

“Io sono l’imperatore” ha fatto tappa a Napoli, com’è stata l’accoglienza del pubblico?

Sto girando biblioteche, licei e musei di tutta Italia per far conoscere il mio romanzo e l’imperatore filosofo Giuliano con un incontro-spettacolo interessante e coinvolgente: a metà tra la storia e l’archeologia, accompagnato da immagini, dall’interpretazione da parte di attori teatrali di letture, ma anche dall’ascolto di brani musicali e visione di spezzoni di film. In collaborazione con l’assessorato alla Cultura e al Turismo del comune di Napoli, sono stato ospitato nella Sala del Capitolo del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore: una location stupenda! Un pubblico caloroso, attento e molto interessato. È stato un incontro molto partecipato.

Un giallo storico su Giuliano l’Apostata, come si articola il testo?

Inizia come un romanzo storico, ma si sviluppa come un giallo archeologico. La trama prende le mossa dalla scomparsa del corpo dell’imperatore e del tesoro sepolto con lui. Il protagonista si troverà a viaggiare continuamente tra città d’arte e siti archeologici, nel tentativo di decifrare il motivo degli sposamenti nei secoli dei resti imperiali. L’enigma parte dall’età romana per poi svilupparsi nel Medioevo, fino a giungere al Rinascimento e all’epoca contemporanea.

Cosa conosciamo di questo imperatore romano e come mai la sua storia è così intrigata e affascinante?

Flavio Claudio Giuliano è stato un imperatore e filosofo romano, l’ultimo sovrano dichiaratamente pagano, che tentò, senza successo, di riformare e rilanciare la religione pagana di contro alla crescente diffusione del cristianesimo. “Il motivo del suo fascino per me è tutto qui: l’imperatore Giuliano voleva cambiare il mondo, senza accorgersi che il mondo era già cambiato, ma in tutt’altra direzione, e non si poteva tornare indietro.” (“Io sono l’imperatore”, p. 13)

Quali sono i punti chiave del libro e perché dobbiamo assolutamente leggerlo?

Nel mio romanzo sono mescolate storia e ironia, archeologia e mistero, arte e viaggi. Il lettore viene proiettato in una sorta di viaggio nel tempo. Può essere considerato una risposta italiana ai tanti romanzi stranieri di questo tipo, dai quali si differenzia per la fondatezza storica innanzitutto, e in secondo luogo, per il tono ironico e quotidiano della vicenda, pervasa da una sottile vena umoristica. Ecco perché il protagonista è un semplice cassiere di banca. La volontà è che chiunque si possa rivedere in Francesco Speri, nelle sue debolezze e nelle sue incertezze: non è un supereroe, ma uno di noi, che si trova coinvolto in una ricerca più grande di lui.

copertina io sono imperatoreConti, quali sono i progetti per il futuro?

Nell’immediato futuro sarò ancora impegnato con il tour in giro per l’Italia: riscuote molto successo e piace a chi partecipa! E questo è motivo di grande soddisfazione per me. Ma ho anche tante idee per un nuovo romanzo…

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi