Ultimo aggiornamento sabato, 26 maggio 2018 - 21:25

Nuovo video a luci rosse nel Napoletano, la protagonista tenta il suicidio: “Non diffondetelo”

Cronaca
31 gennaio 2018 12:19 Di redazione
2'

Un nuovo caso analogo a quello di Tiziana Cantone, la 30enne di Mugnano che si è tolta la vita a causa dei filmini hot sul web, si sta verificando nel Napoletano. In questi giorni sta girando un nuovo video a luci rosse che ha come protagonista una ragazza la quale, secondo quanto raccontato da Gianni Simioli e Francesco Emilio Borrelli a la Radiazza, avrebbe già tentato il suicidio.

L’appello dello speaker radiofonico e del consigliere regionale dei Verdi sta dunque girando sul web e in radio per spingere le persone ad evitare di diffondere il video. L’appello:

“Non diffondete quel video perché la ragazza protagonista ha già tentato il suicidio e si rischia un’altra tragedia come quella di Tiziana Cantone”.
A lanciare l’appello il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, insieme a Gianni Simioli, con La radiazza, hanno raccolto “la richiesta di aiuto degli amici di una giovane che vive nel vesuviano che stanno tentando di fermare la diffusione di un video che sta diventando di dominio pubblico nel napoletano”.

“Hanno loro stessi creato un videomessaggio per chiedere a chiunque venga in possesso di un video in cui si vede una coppia fare sesso di non diffonderlo ulteriormente perché la ragazza coinvolta, venuta a conoscenza che quel video sta cominciando a circolare, anche tra amici e parenti, ha già tentato il suicidio” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “serve la collaborazione di tutti per fermare la diffusione del video ed evitare una tragedia”.

“Già nel corso della diretta de La radiazza, dopo l’appello, abbiamo avuto diversi messaggi da persone che avevano visto il video e hanno garantito che l’avrebbero cancellato per non mettere a rischio la vita di quella ragazza e chiediamo a tutti di fare altrettanto” ha aggiunto Borrelli che ha parlato della vicenda con l’assessore regionale Chiara Marciani ottenendo “la piena disponibilità ad aiutare la ragazza sfruttando le opportunità messe in campo dalla Regione per combattere cyberbullismo e violenza di genere”.

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi