Ultimo aggiornamento giovedì, 15 novembre 2018 - 20:40

Agguato contro la famiglia del ras dei Mazzarella: terrore a San Giovanni a Teduccio, esplosi 14 colpi

Cronaca
16 gennaio 2018 12:27 Di redazione
2'

Un vero e proprio agguato di camorra sfumato solo grazie alla reattività della vittima che è riuscita a rifugiarsi nel palazzo dove abita, trovando riparo ed evitando i 14 colpi d’arma da fuoco esplosi da un commando di killer. Prosegue senza sosta la guerra tra lo storico clan Mazzarella e il cartello dei Rinaldi-Reali, attivo tra San Giovanni a Teduccio (periferia orientale) e la zona di piazza Mercato e delle Case Nuove.

Quello andato in scena poche sere fa – secondo quanto riportato questa mattina da Il Roma – doveva essere un agguato a tutti gli effetti. I killer hanno agito senza fronzoli, per uccidere. Vittima designata una persona che abita nell’edificio dove risiede la famiglia di Luigi Donadeo, 30 anni, fratello dal ras Salvatore ‘o puzzolente, uno degli elementi apicali del clan Mazzarella, arrestato nel 2015 e condannato a quattro anni per il tentato omicidio di Giovanni Rinaldi, figlio di Vincenzo e nipote del boss Ciro “My Way”.

Il ras Salvatore Donadeo

Il commando di killer è entrato in azione nell’isolato L di corso Protopisani a San Giovanni a Teduccio, nei pressi dell’abitazione di Donadeo. La vittima designata, resasi conto di essere finita nel mirino dopo aver sentito anche lo scarrellamento dell’arma, ha iniziato a correre rifugiandosi nel portone di casa, sfuggendo a quella pioggia di piombo che ha portato poi carabinieri e polizia a raccogliere dall’asfalto ben 14 bossoli partiti da una calibro 9×21. Sui muri del palazzo dove abita la famiglia di Luigi Donadeo erano ben visibili i segni del raid.

Un episodio che mantiene alta l’attenzione degli investigatori in una zona dove negli ultimi mesi i “messaggi” tra le opposte fazioni si sono susseguiti in rapida successione tra raid a suon di bombe e stese sotto le abitazioni degli esponenti dei due cartelli camorristici.

 

3
Ultimo aggiornamento 12:27
LEGGI COMMENTI