Ultimo aggiornamento giovedì, 18 ottobre 2018 - 00:01

Lutto nel mondo della cucina campana, si è spento lo chef Giannino Florio

Cronaca
12 gennaio 2018 16:21 Di redazione
2'

Un lutto ha colpito il mondo della cucina campana, si è spento lo chef Giannino Florio, una vera istituzione a Praiano. Era il 1988 quando aprì il suo ristorante da Giannino ad Agerola, era stato anche il testimonial di De Luca Hotellerie.

Giannino amava cucinare e insegnare ai suoi giovani allievi dell’istituto alberghiero. Da tempo aveva affidato al figlio Salvatore la gestione del suo ristorante, ma gli piaceva restare informato di quello che accadeva dietro ai suoi fornelli e di tanto intanto tornare in quella che per lui è sempre stata una casa.
Aveva un motto “Sudore e fuoco fanno un vero cuoco” e l’ha perseguito per tutta la vita. Era questo il messaggio che cercava di trasmettere ai suoi allievi, ai suoi collaboratori e a chiunque decidesse di intraprendere la carriera dello chef.

In queste ore sono moltissimi i messaggi di cordoglio che stanno arrivando alla famiglia di Giannino, sono tutti molto dispiaciuti per la sua scomparsa. Anche la nipote ha scritto un bellissimo ricordo di suo nonno:

Un grande uomo, un grande chef, una vera roccia, un uomo che ha insegnato tanto, che ha dedicato la sua vita al lavoro, un lavoro che lui faceva con passione, una passione che lui riusciva a trasmettere in ogni suo piatto in ogni cosa che faceva, un nonno dalle poche parole ma che amava i suoi nipoti….ti porteremo per sempre nei nostri cuori….ciao Giannino, ciao nonno“.

LEGGI COMMENTI