Ultimo aggiornamento giovedì, 18 ottobre 2018 - 00:01

Addio a Michele Del Grosso, nome illustre del teatro napoletano

Il fondatore del Teatro Instabile è deceduto in ospedale all'età di 78 anni

Cultura
9 gennaio 2018 18:09 Di Andrea Aversa
2'

Ha fondato il Teatro instabile di Napoli, un’avanguardia di quest’arte nata alla fine degli anni ’60. Michele Del Grosso da allora e fino ad oggi è stato uno dei principali esponenti del teatro napoletano. È morto in ospedale all’età di 78 anni.

Del Grosso è stato regista teatrale, drammaturgo e impresario. Nel suo teatro sito in via Mrtucci ha ospitato artisti del calibro si Roberto De Simone, la Nuova Compagnia di Canto Popolare, Peppe Barra, Pino Daniele, Edoardo Bennato, Franco Battiato, Francesco De Gregori e Antonello Venditti.

La sorte di Del Grosso non è stata delle migliori. Da tempo era solo e abbandonato, tanto da spingere il sindaco di Napoli Luigi De Magistris a chiedere di prendere in considerazione la possibilità di renderlo beneficiaro della legge Bacchelli. Quest’ultima prevede un sussidio “per chiara fama” agli italiani che si sono distinti per il loro lavoro.

Michele Del Grosso ha rappresentato per Napoli la lucida follia, una cultura profonda elitaria e popolare allo stesso tempo, una incorruttibile ed eccessiva saggezza, un perpetuo orgasmo della mente con il quale tutti abbiamo dovuto mediare per poi vivere delle suggestioni da lui date. Michele è stato scuola di teatro e di vita per molti ragazzi che non avrebbero trovato una casa artistica altrove. Un uomo che alla città ha dato tanto e dalla quale è stato ripagato poco, prevalentemente nel pane per la propria immaginazione che Napoli sa dare. Lascia in eredità il coraggio di osare, la capacità di realizzare cose grandi con mezzi piccoli, l’instancabilità della fantasia. È stato bello godere della sua incodizionata amicizia, averlo come incoraggiamento nella sfida quotidiana. Nei momenti bui della città è stato baluardo di bellezza nel cuore del centro storico, scintilla di riscatto con un monumento a Pulcinella che lui ha voluto fortemente. Michele mancherà tantissimo a molti di noi, avere avuto a che fare con lui è stato un privilegio prezioso. Giovedì 11 alle 18 saluteremo Michele al Teatro Instabile Napoli in Vico Fico al Purgatorio“, queste le parole di De Magistris pubblicate su Facebook.

LEGGI COMMENTI