Ultimo aggiornamento lunedì, 11 dicembre 2017 - 21:08

Insigne è stop, l’attaccante fuori con il Feyenoord

L'allenatore Maurizio Sarri spera di recuperare il suo pupillo per la prossima gara di campionato contro la Fiorentina

Calcio Napoli
4 dicembre 2017 09:12 Di Andrea Aversa
2'

Il Napoli ha perso la super sfida contro la Juventus ma il bilancio della partita potrebbe essere più amaro. Infatti, oltre alla perdita dei 3 punti e della vetta della classifica, la squadra azzurra potrebbe perdere anche Lorenzo Insigne per infortunio. L’attaccante dei partenopei è uscito durante il match contro i bianconeri lamentando un dolore al pube. L’infiammazione che lo terrà lontano dal campo di gioco almeno in Champions League contro il Feyenoord potrebbe essere più grave del previsto. Sono in corso i dovuti accertamenti per comprendere i dovuti tempi di recupero.

Secondo la Gazzetta dello Sport: “La sofferenza c’è e Lorenzo Insigne non si è allenato nemmeno ieri. L’infiammazione al pube gli ha creato qualche problema, contro la Juventus, tanto da costringerlo ad uscire, anzitempo, venerdì sera. L’attaccante si sta sottoponendo a terapie specifiche, ma è da escludere la sua partecipazione alla sfida di mercoledì sera, contro il Feyenoord per l’ultima giornata della fase a girone. Si ferma dopo 60 partite consecutive da titolare con Maurizio Sarri in panchina. Può darsi che Lorenzo venga convocato, magari andrà in panchina, e continuerà a svolgere le terapie, ma è improbabile che possa forzare anche perché il problema potrebbe protrarsi per un tempo più lungo. Resta da capire che tipo di beneficio potrà avere il ragazzo dalle terapie a cui si sta sottoponendo e se ce la farà per giocare domenica, contro la Fiorentina“.

Prosegue il noto quotidiano sportivo: “Zielinski, probabilmente, si contenderà il posto di Insigne. Sarebbe un adattamento, comunque, considerato che Marko Rog è un mediano che Sarri ha spesso inserito sulla fascia nel corso della partita. Il nazionale croato garantisce fisicità oltre ad una discreta tecnica individuale. Ma, nelle gerarchie di Sarri, viene soltanto dopo Zielinski: per lui, 16 presenze stagionali“.

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi