Ultimo aggiornamento sabato, 18 novembre 2017 - 18:12

Camorriste: “Il ruolo delle donne all’interno delle organizzazioni mafiose”

Eventi
14 novembre 2017 15:45 Di Valentina Giungati
2'

La serie Camorriste ha conquistato il pubblico con il suo occhio su un lato della criminalità organizzata di cui poco si parla, il sistema in una veste femminile. Storie di sangue, violenza, paura che non abbracciano solo gli uomini, benché in essi la stessa criminalità facilmente si identifichi. Camorriste racconta la storia di madri, mogli, figlie, sorelle di uomini che cercano di arrivare al potere e talvolta ne sono complici o schiave. La mini serie narra attraverso i loro racconti in prima persona, grazie a testimonianze e ricostruzioni, uno squarcio su un mondo che va ben al di là dell’immaginabile e che appartiene anche alle donne.

L’anteprima della serie ‘Camorriste’ trasmessa su Sky Crime+Investigation e prodotta da A+E Networks Italia avrà luogo presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli alle ore 15.30 giovedì 16 novembre. Dopo la proiezione del primo episodio seguirà una tavola rotonda “Il ruolo delle donne all’interno delle organizzazioni mafiose” aperta dal coordinatore scientifico del Centro di Ricerca RES Incorrupta, Isaia Sales, docente di Storia delle Mafie al Suor Orsola, dal general manager di A+E Networks Italy, Sherin Salvetti e dall’Assessore alle politiche giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente. Parteciperanno tra gli altri, Paolo Colangeli, regista e autore della serie, Marco Demarco, direttore della Scuola di Giornalismo del Suor Orsola, Marco Visalberghi, presidente della casa di produzione Doclab, Pietro Ioia, in rappresentanza dell’Associazione ex-detenuti Napoli, lo scrittore Fabrizio Capecelatro e i giornalisti Mary Liguori e Arnaldo Capezzuto.

La serie andrà in onda a partire da venerdì 17 novembre alle ore 22.55 su canale Sky 118 e racconterà senza filtri la vita delle figure di spicco della camorra attraverso la voce di Patrizia Franzese, Rosa Amato, Anna e Luisa, Giulia, Laura Enrica. L’opera è stata realizzata tra i vicoli di Napoli e in paesi vicini ed è co-prodotta da A+E Networks Italy, DocLab e Medimediterranea con la partecipazione di Autentic Germania con la regia di Paolo Colangeli.

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi