Ultimo aggiornamento domenica, 20 agosto 2017 - 02:51

Guida Michelin 2017: Le 6 migliori pizzerie d’Italia sono Napoletane

Curiosità
16 novembre 2016 14:31 Di Valentina Giungati
2'

La famosa guida ha creato un nuovo simbolo, il piatto, dedicato ai “ristoranti che propongono un buon pasto con prodotti di qualità”.

Sono state scelte le migliori pizzerie d’Italia, tra le premiate ci sono ben 6 napoletane:

50-kalo

50 KALÒ – La pizza di Ciro Salvo è trendy con un ottimo impasto come riporta la guida, sottolineando anche la scelta di vini e birre disponibile. L’elevata idratazione la rende di fatto molto leggera, proprio su questo elemento Ciro Salvo ha costruito la sua identità. Si conferma anche quest’anno il pizzaiolo più premiato dalla critica, ricevendo anche dalla Guida di Identità Golose una menzione per innovazione e capacità imprenditoriale.

sorbillo

SORBILLO – La pizza di Gino Sorbillo e Antonio è Campione Mondiale Pizza Classica, ormai famosa in tutto il mondo, è perfetta: leggera, in tante varianti e rappresenta tutto il buono che la città sa offrire. Una vera tradizione conosciuta ovunque, grazie alla capacità di rendere eccellente anche un piatto “semplice” come la pizza napoletana.

Pizza

DA MICHELE – La pizza per eccellenza a Napoli, solo nella variante margherita o marinara, una lunga storia e numeri da record. File interminabili affollano il tempio della pizza, ma questa è quella verace, servizio veloce e qualità imparagonabile.

la-notizia

LA NOTIZIA – Perfetta e semplice la pizza di Enzo Coccia, una sede storica, fiore all’occhiello della città. La scelta disponibile è molto varia, i prodotti utilizzati sono top, una vera esperienza culinaria immancabile per ogni napoletano.

concettina

DA CONCETTINA AI TRE SANTI – Tutti ne parlano: della pizza, dell’impasto, della bontà e della familiarità di Ciro Oliva. Il locale vanta un look restaurato, materie prime esclusivamente provenienti dalla Campania dalle farine, all’olio, al pomodoro.

starita

STARITA – Pizza fantastica, pizza fritta divina. Una leggenda in città, conosciuta da tutti come riferimento di Sofia Loren nel film “L’oro di Napoli”, un pezzo di storia oltre che un grande orgoglio nazionale.

LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi