Ultimo aggiornamento venerdì, 07 Maggio 2021 - 23:34

A cena dalla sorella, poi le fucilate davanti al figlio piccolo: ucciso Maresciallo dei Carabinieri

Cronaca
4 Maggio 2021 13:31 Di redazione
3'

Un ex maresciallo dei carabinieri, da poco a riposo, e’ stato ucciso con colpi d’arma da fuoco a Copertino (in provincia di Lecce). Il militare, Silvano Nestola, di 46 anni, di Copertino, era stato in servizio al comando provinciale di Lecce fino allo scorso settembre e da allora collocato a riposo perche’ riformato. L’uomo e’ stato ucciso in contrada Tarantino in circostanze al momento sconosciute. Sul posto e’ intervenuto il 118. Le indagini sono condotte dai carabinieri della Tenenza di Copertino e del Ros di Lecce.

Il militare sarebbe stato raggiunto da diversi colpi di pistola, pare almeno sette. Il corpo e’ stato trovato lungo una strada sterrata tra Copertino e San Pietro in Lama, a ridosso del muro di recinzione di una villa. Quando sono arrivati gli operatori del 118 era gia’ morto. Secondo quanto trapela, dal luogo dell’omicidio sarebbe stato visto scappare un uomo che indossava un cappuccio e che viene ora ricercato.

Aveva finito di cenare nella casa di campagna di sua sorella e stava raggiungendo l’auto parcheggiata all’esterno, in compagnia di suo figlio di dieci anni, quando e’ stato raggiunto da una raffica di colpi di fucile, quattro dei quali lo hanno colpito, uccidendolo. E’ questa una prima ricostruzione dell’omicidio dell’ex maresciallo dei carabinieri Silvano Nestola, ucciso la scorsa notte da un uomo incappucciato alla periferia di Copertino.

La possibile dinamica –

Il killer e’ ricercato in tutto il Salento dove e’ caccia all’uomo. A quanto si apprende, Nestola, che aveva 46 anni, stava raggiungendo l’auto con suo figlio quando ha sentito il rumore di alcuni colpi di arma da fuoco. A quel punto avrebbe detto al bambino di rientrare in casa mentre lui ha proseguito verso l’auto incontrando il suo assassino. L’auto di Nestola, una Toyota Yaris, e’ stata trovata crivellata di colpi. Nestola era stato in servizio nel comando provinciale di Lecce fino allo scorso settembre e da allora era a riposo perche’ riformato. Al momento gli inquirenti ritengono poco probabile che l’omicidio possa essere collegato alla criminalita’, e indagano anche nella vita privata dell’ex militare.

Le indagini –

L’assassino dell’ex carabiniere ucciso ieri a Copertino in provincia di Lecce non era solo. E’ quanto emerge dalle indagini ferrate dei Carabinieri del nucleo investigativo di Lecce e del ROS. Sono quattro le persone fermate nel brindisino dagli investigatori che li stanno conducendo in caserma presso il comando provinciale di Lecce. Il movente del delitto, dalle prime ricostruzioni, non sarebbe da ricercare nell’attivita’ professionale svolta dalla vittima fino a settembre scorso.

A cena dalla sorella, poi le fucilate davanti al figlio piccolo: ucciso Maresciallo dei Carabinieri
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati