Ultimo aggiornamento sabato, 05 Dicembre 2020 - 22:04

Bimbo dichiarato morto dopo la nascita sopravvive sei ore nella cella frigorifera dell’obitorio

Esteri
23 Ottobre 2020 15:33 Di redazione
2'

Una storia drammatica arriva dal Messico, dove un bimbo è rimasto per sei ore dentro la cella frigorifera dell’obitorio. Il piccolo, nato alla 23esima settimana, era stato dichiarato morto dai medici e dunque portato in obitorio. I suoi genitori aspettavano di vedere il corpicino del piccolo per dargli l’ultimo addio quando improvvisamente lo hanno sentito piangere. L’urlo disperato di chi si aggrappa alla vita.

Bimbo dichiarato morto dopo la nascita sopravvive sei ore nella cella frigorifera dell’obitorio

Quando un medico e un addetto delle pompe funebri si sono avvicinati al piccolo per prepararlo per la sepoltura si sono accorti che il piccolo si muoveva e piangeva. Il padre è stato immediatamente chiamato e, non resistendo all’emozione, ha iniziato a esortare il suo bambino: “Continua a combattere, piccolo. Resisti amore mio. Dio, lascialo qui con noi”.

Miguel Angel Flores, proprietario della Funeraria Flores, ha raccontato: “Quando ci siamo avvicinati piangeva e si muoveva. Abbiamo chiamato il padre e il medico che aveva firmato il certificato di morte. Il bambino è nato poco dopo le 4 del mattino ed è stato trovato vivo intorno alle 10, quindi è rimasto quasi sei ore nel frigorifero dell’obitorio. Non riesco a capire come non sia morto. Non ho mai visto niente di simile prima”.

L’IMSS di Puebla, organizzazione del sistema sanitario messicano, ha confermato che è in corso un’indagine: “Il piccolo ha ricevuto cure mediche immediate prima di essere ricoverato in un’unità di terapia intensiva neonatale. Poiché è nato prematuro, è impossibile prevedere cosa accadrà”.

Bimbo dichiarato morto dopo la nascita sopravvive sei ore nella cella frigorifera dell'obitorio
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati