Ultimo aggiornamento giovedì, 16 Luglio 2020 - 20:08

Bonus consumi, una detrazione spese per lo shopping: dall’abbigliamento ai beni alimentari

La proposta dell'Associazione Nazionale per l’Industria ed il Terziario, dovrebbe servire ad incentivare lo shopping fino a fine anno

News
26 Giugno 2020 18:23 Di Marta Ricciardi
2'

Da qualche giorno si sta discutendo in merito alla possibilità di inserire un ‘bonus consumi‘, il quale potrebbe servire a far riprendere l’economia italiana dopo l’emergenza Coronavirus.

Il Bonus in questione, se approvato, permetterebbe di recuperare dalle tasse le spese dello shopping, portandole in detrazione fiscale. Riguarderebbe ovviamente i generi alimentarie non solo: permetterebbe di scaricare anche gli acquisti di abbigliamento ed in generale tutte le voci di ‘spesa al dettaglio‘.

Nello specifico, la proposta è stata lanciata dall’Associazione Nazionale per l’Industria e il Terziario (Anpit), la quale si fa portavoce di quasi 30 mila realtà aziendali.

Gli ultimi dati registrati in merito al settore del commercio, registrano un calo pari almeno al 25%. Molte sedi di negozi, non solo di piccoli negozianti ma addirittura anche di grandi catene come ZARA, hanno abbassato la serranda dopo l’emergenza sanitaria.

Il meccanismo di base sul quale si fonderebbe questo bonus per le famiglie è semplice: se posso recuperare una percentuale su quello che spendo in supermercati e negozi, sarò certamente più propenso a fare acquisti.

Più difficile risulta certo l’applicazione di tale proposta, per restare nella copertura economica, si prevede di fissare un tetto massimo della spesa detraibile pari a 5 mila euro. La detrazione si applicherebbe a tutte le spese fatte da giugno 2020 e durerebbe per tutto l’anno in corso, salvo proroghe.

Secondo il presidente di Anpit, Federico Iadicicco, questo potrebbe contribuire a dare una spinta immediata ai consumi che, nonostante la riapertura e la fine del lockdown, stentano a tornare sui numeri precedenti alla pandemia.

Più consumi, del resto, significano per l’Erario maggior gettito fiscale: questo servirebbe in parte a tamponare la spesa per concedere il bonus. Il meccanismo a cui si guarda ricalca, in buona sostanza, quello delle detrazioni in edilizia.

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati