Ultimo aggiornamento giovedì, 04 Giugno 2020 - 22:34

Nuova critica di Feltri: “Nel Mezzogiorno esiste effettiva inferiorità, prendersela con i lombardi fa comodo”

News
20 Maggio 2020 17:24 Di redazione
2'

Vittorio Feltri ha scritto un nuovo editoriale, questa volta ha affrontato il problema della Lombardia e i presunti errori fatti nella gestione del Coronavirus. Il direttore di Libero ha preso le difese di Attilio Fontana: “Attilio Fontana in realtà è una persona mite, un amministratore avveduto che non ha mai calpestato bucce di banana neanche per sbaglio. Ha contrastato come ha potuto, fin dall’inizio e in opposizione al governo, il virus mediante i mezzi di cui disponeva”.

Feltri difende la Lombardia

Poi ha spiegato perché a parer suo la Lombardia è la regione più colpita d’Italia: “Purtroppo da queste parti il morbo ha colpito duro, più che altrove, per il semplice fatto che qui il numero degli abitanti sfiora gli 11 milioni, la gente vive a stretto contatto e il contagio dunque è molto più facile e rapido“. 

LEGGI ANCHE: L’ULTIMO ATTACCO DI FELTRI ALLE SUORE

Feltri ha poi voluto prendersela con chi critica così tanto i lombardi: “Prendersela con i lombardi può far comodo a chi detesta il Settentrione, causa acrimonia economica e sociale, tuttavia non ha alcun senso. Infatti la nostra regione seguita ad essere meta di tanti meridionali che preferiscono farsi curare a Milano per un banale motivo: qui la sanità garantisce risultati nettamente superiori. Tra l’altro, conviene ricordare che il capoluogo lombardo conta un milione e mezzo di residenti, però i milanesi non superano le 70 mila unità“.

LEGGI ANCHE: FELTRI RESTA IN SILENZIO DAVANTI ALLA FOLLA DEI NAVIGLI

Nella parte finale del suo editoriale Feltri non poteva evitare di parlare del Mezzogiorno e degli abitanti del Sud: “Tutti gli altri che vi sbarcano il lunario provengono da lontane province, specialmente del Sud, e qui lavorano sodo confermando che antropologicamente non sono affatto inferiori ai nordici, ma semplicemente hanno abbandonato le loro terre in quanto esse offrono minori opportunità di impiego, di qui la mia affermazione in tv che nel Mezzogiorno esiste una oggettiva inferiorità economica, sociale e perfino civile, visto che le mafie in varie zone la fanno da padrone, essendo più efficienti e organizzate dello Stato. Chi lo nega ha le fette di salame sugli occhi“. 

Nuova critica di Feltri: "Nel Mezzogiorno esiste effettiva inferiorità, prendersela con i lombardi fa comodo"
LEGGI COMMENTI