Ultimo aggiornamento mercoledì, 27 Ottobre 2021 - 21:27

Crisi economica per il Coronavirus, l’annuncio di Sorbillo: “Chiuderò 4 pizzerie tra Napoli e Milano”

Mangiare a Napoli
14 Aprile 2020 18:04 Di redazione
2'

Gino Sorbillo ha annunciato che a causa dell’emergenza Coronavirus è pronto a chiudere quattro ristoranti tra Napoli e Milano. Il noto pizzaiolo sta portando avanti una battaglia per riattivare il delivery, vietato in Campania da un’ordinanza di De Luca e ha raccontato come la crisi tocchi anche chi come lui ha più negozi.

LEGGI ANCHE: DE MAGISTRIS DICE SI’ AL CIBO DA ASPORTO

“Dovrò chiudere almeno quattro locali: quello sul lungomare di Napoli, che ha costi d’affitto molto alti, Zia Esterina al Vomero, ma anche due punti vendita di Milano, credo Olio a Crudo e Zia Esterina. Per ora l’unica pizzeria che funziona regolarmente è quella di Tokyo, dove si serve anche la pizza al tavolo”.

L’appello di Gino Sorbillo per riattivare il delivery

Riattivare il delivery sarebbe già un passo in avanti, chiaramente secondo Sorbillo andrebbe fatto nella massima sicurezza: “Per noi sarebbe importante in Campania cominciare a riaprire per le consegne, garantirebbe una sopravvivenza minima, con 30-40 pizze al giorno per molti locali”. Per quanto riguarda le perplessità di un rischio contagi legato ai riders, il pizzaiolo napoletano ha in mente una situazione: “Parliamo di cibo appena cotto e consegnato in tutta sicurezza – spiega Sorbillo – abbiamo ideato un confezionamento con pellicola alimentare che avvolge la scatola della pizza, che verrebbe confezionata appena uscita dal forno a 100 gradi, creando una camera d’aria bollente di sicurezza”.

Coronavirus, l'annuncio di Sorbillo: "Chiuderò 4 pizzerie tra Napoli e Milano"

 

LEGGI COMMENTI

Articoli correlati