Ultimo aggiornamento giovedì, 13 Agosto 2020 - 18:06

La nuova vita degli ‘Incurabili’, pronti 100 milioni per il restauro del complesso

Ospedale, polo museale e alloggi: questi i punti di intervento

Cultura
5 Febbraio 2020 11:46 Di redazione
3'

Parte il progetto per la rinascita del complesso degli Incurabili nel centro storico di Napoli, chiuso ad aprile dello scorso anno perchè a rischio di crollo a causa di una situazione decennale di incuria. Interdetti per motivi di sicurezza anche gli alloggi dove risiedevano 21 famiglie, tutte sgomberate, che ora chiedono una nuova sistemazione. Sgomberati poco meno di un anno fa anche i pazienti dopo un crollo che ha interessato la volta della struttura e la chiusura della farmacia storica.

È stato un tour de force, ma oggi siamo finalmente pronti“, ha spiegato il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva, illustrando la road map del progetto di riqualificazione, ristrutturazione e restauro del complesso di Santa Maria del Popolo degli Incurabili nella sala giunta della Regione Campania. Proprio l’ente di Palazzo Santa Lucia ha stanziato 100 milioni di euro per la realizzazione degli interventi, mentre Asl e ministero per i Beni e le Attività culturali hanno sottoscritto un’intesa per il trasferimento delle opere d’arte e i beni di interesse storico-artistico conservati nella farmacia storica degli Incurabili.

Una parte degli interventi, per il 60% della superficie, sarà dedicata agli aspetti sanitari – ha detto Verdolivamentre il 40% interesserà l’area museale“. Il progetto ha un duplice obiettivo: dare vita a una nuova struttura socio-sanitaria a servizio del territorio, creare una struttura museale e culturale e recuperare le unità abitative storiche. “Nel XVI secoloha ricordato il dg dell’Asl – l’ospedale Incurabili accoglieva tutte quelle persone che non avevano la possibilità di ricevere cure adeguate per mancanza di mezzi e possibilità. A distanza di cinque secoli il presidio Incurabili recupera la sua vocazione e accoglierà quei pazienti, che per mancanza di strutture alternative, sono oggi assistiti inappropriatamente“.

In particolare si prevedono 36 posti letto di riabilitazione, 20 di lungodegenza post acuzie, 20 posti letto per l’ospedale di comunità e altri 20 semiresidenziali di centro diurno per demenze e Alzheimer. Nel complesso degli Incurabili nascerà anche un giardino terapeutico, mentre 9600 metri quadrati della struttura avranno una destinazione museale, con biblioteche, sale convegni e concerti, centri multimediali, spazi per attività didattiche e divulgative e per l’esposizione di opere pittoriche e scultoree.

I nuclei familiari – assicura Verdolivapotranno ritornare negli alloggi, così come li hanno lasciati, dopo la manutenzione. Mi impegno entro questa settimana ad approvare la delibera che eroga i contributi promessi alle famiglie per tre anni“. Il 15 gennaio è stato pubblicato il bando di concorso per la riqualificazione, il restauro e la rifunzionalizzazione degli Incurabili. Si prevede l’aggiudicazione entro il 31 maggio ed è fissato al 31 luglio il termine per la redazione del progetto di fattibilità. “Speriamo che ci possa essere la riconsegna delle unità abitative alle famiglie entro aprile 2022“.

La nuova vita degli 'Incurabili', pronti 100 milioni per il restauro del complesso
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati