Voce di Napoli | Navigazione

Samuele e il regalo di Natale, il piccolo può tornare a sentire gli odori

Il bambino è affetto da oloprosencefalia semilobare. L'iniziativa di un imprenditore dopo diversi gesti solidali

Il piccolo Samuel, originario di Polla (località cilentana in provincia di Salerno), ha una vita difficile. Non può muoversi da solo perché la testa non regge. Purtroppo, a soli tre anni, Samuele è affetto da oloprosencefalia semilobare. Per lui, mamma Giulia e papà Giuseppe, hanno dovuto fare tanti sacrifici comprese cure e accertamenti presso l’ospedale Gaslini di Genova. La sua storia è stata raccontata da Il Mattino.

Ma questo Natale per Samuele è stato speciale. Perché il piccolo potrà tornare a fare cose belle e normali, come partecipare ad una partita di calcio o fare una passeggiata. Il regalo per il bambino è arrivato dall’imprenditore Giuseppe Ferrara che dopo aver incontrato la famiglia ha regalato loro una stanza multisensoriale allestita in casa di Samuele. Questo ha permesso a quest’ultimo di tornare a sentire gli odori e ad avere percezione della realtà.

Il bimbo è già stato al centro di alcune iniziative solidali e benefiche. Come la lettera aperta scritta e inviata da Tommaso Pellegrino (Presidente del Parco del Cilento) alla compagnia aerea Volotea che ha regalato un abbonamento al piccolo e a sua madre per le continue trasferte nel capoluogo ligure.

L’idea di Ferrara è stata sviluppata insieme alla onlus di mamma Giulia e con il sostegno del progettista Nico Langone. Poi sono arrivati per Samuele i messaggi di Dries Mertens eLorenzo Insigne che hanno dato un pò di visibilità al caso. Infine, il contributo di un artigiano: il tappezziere Mimmo che ha reso il letto di Samuele adatto alle esigenze del bambino,

Samuele e il regalo di Natale, il piccolo può tornare a sentire gli odori