Ultimo aggiornamento sabato, 25 Giugno 2022 - 12:29

Giornata Nazionale del Caffè sospeso, oggi si celebra in tutta Italia l’usanza nata a Napoli

Tradizioni
10 Dicembre 2019 16:06 Di redazione
2'

Si celebra oggi la Giornata Nazionale del Caffè sospeso. La pratica, tutta napoletana, divenuta famosa nel mondo, che consiste nel lasciare un caffè pagato al bar per qualcuno che magari non può permetterselo. “Un modo come un altro per offrire il caffè all’umanità“, aveva scritto Luciano De Crescenzo.

E non è un caso che la giornata di quest’usanza si celebri proprio nella Giornata Mondiale dei Diritti Umani, quasi come a voler dire che un caffè dovrebbe essere un piacere di tutti. Offrire un caffè è forse una delle pratiche più napoletane che ci sia, a un amico o a un conoscente che si incontra al bar, un modo per celebrare anche solo una giornata di sole. Così lasciarlo pagato a qualcuno che non può permetterselo, diventa, oltre che un’opera di bene, un modo per festeggiare qualcosa, per donare a qualcuno un piacere che tutti dovrebbero vivere quotidianamente.

Come raccontava lo stesso Luciano De Crescenzo è grazie a questa pratica che migliaia di persone a Napoli riescono a godersi questa bevanda. La decisione di dedicare un’intera giornata alla celebrazione di questa pratica è nata nel 2010, grazie a sette festival che hanno creato la Rete del Caffé Sospeso, un’unione di associazioni che condividono questa filosofia altruista. Maurizio Del Bufalo, coordinatore del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, uno dei fondatori di questa Rete, aveva spiegato tempo fa il collegamento tra la Giornata del Caffè sospeso e quella per i Diritti Umani: “Quando alla fine della seconda guerra mondiale non c’era da mangiare, decine di persone sono riuscite a sopravvivere alla fame grazie al caffè e allo zucchero offerti da gente generosa. Il caffè per noi in questo senso è un simbolo dei diritti umani“.

Intanto sul sito della Rete c’è la lista di tutti i bar italiani in cui è possibile pagare un caffè sospeso. Uno dei primi ad accogliere quest’usanza, che praticamente esiste da sempre, è il Gambrinus di Napoli, dove a fianco alla cassa c’è una gigantesca caffettiera in cui è possibile fare l’offerta.

Giornata Nazionale del Caffè sospeso, oggi si celebra in tutta Italia la pratica nata a Napoli
LEGGI COMMENTI

Articoli correlati