Ultimo aggiornamento lunedì, 21 Ottobre 2019 - 19:59

Mercato, De Laurentiis se la prende con fatturati e città: “Napoli può destabilizzare”

Calcio Napoli
4 Agosto 2019 17:36 Di redazione
2'

Pepé sceglie l’Arsenal e Aurelio De Laurentiis prova ad archiviare l’ennesimo rifiuto prima tirando in ballo il fatturato cinque volte superiore del club di Londra, poi addentrandosi in un discorso “ambientale” che apre la strada ai soliti stereotipi sulla città di Napoli.

Il presidente del Napoli ha parlato a Sky Sport direttamente da Marsiglia dove alle 21 la squadra di Ancelotti scenderà in campo contro la compagine francese. Dopo aver ribadito per l’ennesima volta che “al di là di Lozano, James Rodriguez e Icardi ci sono tanti altri nomi che stiamo valutando”, ADL torna sul mancato acquisto di Pepé: “Ho offerto una cifra blu, al cubo, ma non ci siamo riusciti. Vedete cari napoletani, il vero calcio purtroppo alberga in Inghilterra. Con il ritorno di Ancelotti, Conte, di Sarri, quest’anno siamo più forti in Italia. Ma ci vuole tempo per seminare e tornare grandi”.

“L’Arsenal – aggiunge – fattura cinque volte il Napoli e probabilmente si sarà permesso di offrire un pochino in più della cifra che ho avanzato io”.

Dopo il discorso legato ai numeri, De Laurentiis entra in un campo assai minato: “La situazione, anche ambientale, è molto importante. Ci sono i giocatori con le proprie famiglie, con i propri amici e le proprie signore. Quando acquisti un giocatore, acquisti anche una parte della sua famiglia, della sua vita e delle sue abitudini. Fagliele cambiare in un contesto completamento diverso, è difficile. Napoli è una città bellissima e meravigliosa ma lo è per me che la conosco, ma per qualcun altro può essere abbagliante come un miraggio ma anche destabilizzante all’inizio. I tifosi non capiscono che in una trattativa c’è un punto di rottura e uno di riconciliazione”.

Napoli, De Laurentiis vuole un attaccante da 30 gol: Giuntoli al lavoro

LEGGI COMMENTI