Ultimo aggiornamento domenica, 25 Agosto 2019 - 21:36

La Campania come simbolo della cultura italiana nel mondo

Cultura
8 Luglio 2019 12:59 Di redazione
3'

Si aprirà martedì 9 Luglio alle 10.30 a Caserta presso il Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet” dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” il convegno “Storia, arte, ambiente ed economia della Regione Campania e della città di Napoli”, due giornate di studi seminariali organizzate dal Dipartimento Jean Monnet in collaborazione con l’Università Popolare di Trieste in attuazione del progetto del Ministero degli Affari Esteri per la conservazione del patrimonio linguistico e culturale della Comunità Nazionale Italiana autoctona presente in Istria, Fiume e Dalmazia.

Oltre cinquanta docenti di lingua italiana in Croazia e Slovenia saranno in Campania per attività seminariali che saranno accompagnate da visite guidate e lezioni sopralluogo nei maggiori attrattori culturali del territorio ed in particolare in quelli del territorio casertano, con uno speciale approfondimento dell’antico culto del dio Mitra, genius loci di Santa Maria Capua Vetere che, proprio in questi mesi, negli ambienti del Museo archeologico dell’Antica Capua ospita una splendida mostra sull’antichissima, misteriosa ed affascinante divinità.

Domani nella mattinata inaugurale l’apertura dei lavori sarà affidata a Pasquale Femia, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche Jean Monnet dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” che illustrerà i nuovi accordi scientifici del Dipartimento con diverse istituzioni accademiche croate e slovene e le attività di rafforzamento della Terza Missione dell’Università Vanvitelli sul territorio casertano. Poi la lectio magistralis di Giulio Maria Chiodi, professore straordinario di Simbolica delle istituzioni dell’Università Suor Orsola Benincasa, dedicata al tema “Lo spirito di Aquileia – Tra Mitteleuropa e Mediterraneo”.

Martedì sera a partire dalle 20 all’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere la “Festa della cultura italiana nel mondo” organizzata da Amico Bio Arena Spartacus, il primo ristorante biologico al mondo in un sito archeologico, tra gli esempi più conosciuti nel mondo di valorizzazione innovativa di un sito culturale. Un’occasione per raccontare la Campania Felix a tavola con le verdure prodotte dall’azienda agricola “La Colombaia” di Capua, la mozzarella di bufala e i piatti di maialino nero casertano.

Mercoledì dopo la mattinata di studi al Dipartimento di Scienze Politiche Jean Monnet dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” con gli interventi di Antimo Cesaro, Rossella Castelletti, Margaret Ianuario, Daniele Barone e Gabriele Capone ci sarà un intero pomeriggio dedicato alle visite guidate nel centro storico UNESCO di Napoli (dalla Cappella di San Severo al Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore).

LEGGI COMMENTI