Ultimo aggiornamento mercoledì, 22 maggio 2019 - 13:50

Corso gratuito di napoletano a Capodimonte: “A lengua napulitana è na lengua ca vive”

Capodimonte
1 Maggio 2019 16:34 Di Elisabetta Fasanaro
3'

Un corso gratuito nato allo scopo di imparare tutto su storia, fonetica, semantica, etimologia, morfologia e sintassi della lingua napoletana. L’iniziativa nasce dalla Fondazione Enrico Isaia e Maria Pepillo, che in collaborazione con l’Associazione I Lazzari e con il Museo di Capodimonte organizzerà tre incontri ed un corso di lingua i cui appuntamenti si terranno tra Capodimonte e Casalnuovo.

“Molti credono che il napoletano sia un dialetto della lingua italiana. Ovviamente questo non è vero – spiega Davide Brandi, docente e responsabile del corso. “”O nnapulitano” ha origini molto più remote dell’attuale italiano ed è una lingua, inclusa dal 1998 negli standard internazionali ISO per la classificazione delle lingue”.

Il progetto si articola in due parti: la prima consta di tre incontri gratuiti e aperti a tutti in cui si ripercorrerà la storia del napoletano e le etimologie dal latino, greco, francese e spagnolo, oltre che prove pratiche di lettura e scrittura, poesia, musica e teatro; in ogni incontro ci sarà anche un intermezzo musicale (la famosa “posteggia” napoletana).

La seconda parte del progetto, il corso di lingua vero e proprio, si terrà a Casalnuovo nello storico Palazzo Salerno Lancellotti, e avrà una durata di cinque mesi (da giugno a novembre): ci sarà un totale di cinque lezione articolate su tre livelli, e i cui argomenti saranno storia, fonetica, semantica, etimologia, morfologia, sintassi, studio dei testi scritti tra il Cinquecento e il Novecento e studio della canzone napoletana.

“La lingua napoletana ha pieno titolo di lingua storica, concettuale, espressione culturale contemporanea – spiega il direttore del Museo di Capodimonte, Sylvain Bellenger -. È nostra responsabilità contribuire a tramandare questa cultura molto viva e farla entrare a pieno titolo in una struttura dedicata alla storia e al mondo contemporaneo come il Museo e Real Bosco di Capodimonte. “A lengua napulitana è na lengua ca vive”.

“È per noi motivo di grande soddisfazione avviare la piena operatività della Fondazione con tre giornate dedicate al recupero di una parte del nostro patrimonio storico-culturale, all’interno di una struttura prestigiosa come il Museo e Real Bosco di Capodimonte – afferma Gianluca Isaia, Presidente della Fondazione Isaia Pepillo -. Far parlare del nostro territorio, per motivi diversi dai consueti stereotipi e clichè mediatici negativi, era il primo obiettivo enunciato nel corso del nostro convegno di presentazione, e questo progetto va nella giusta direzione”.

Informazioni:

Ciclo di incontri “Tre Lezioni di Napoletano” in collaborazione con l’Associazione ‘I Lazzari’: 4, 12 e 18 maggio ore 10.00, Museo e Real Bosco di Capodimonte (Auditorium, piano terra), via Miano, 2 – 80131 Napoli

“Corso di Lingua Napoletana” in collaborazione con l’Associazione ‘I Lazzari’ (Palazzo Salerno Lancellotti – Via XXV Luglio – 80013 Casalnuovo):

I livello: da mercoledì 5 giugno a mercoledì 3 luglio ore 18:30 (corso a cadenza settimanale)
II livello: da sabato 21 settembre a sabato 19 ottobre ore 10.00 (corso a cadenza settimanale)
III livello: da sabato 9 novembre a sabato 7 dicembre ore 10.00 (corso a cadenza settimanale)

 

LEGGI COMMENTI