Ultimo aggiornamento martedì, 23 aprile 2019 - 19:56

Claudio Baglioni sulla polemica a Sanremo 2019: svela il retroscena sull’uso di droghe

Spettacolo
8 Febbraio 2019 18:39 Di redazione
2'

Perché Sanremo è Sanremo e non lo è senza tutte le polemiche che si trascina dietro. La più recente riguarda il brano del trapper Achille Lauro ovvero “Rolls Royce”. Il titolo della canzone dell’artista romano pare si riferisca all’uso comune di denominare l’ecstasy, o almeno è così che sostiene “Striscia la Notizia”.

Claudio Baglioni durante il corso della conferenza stampa quotidiana del Festival di Sanremo ha difeso Achille Lauro e non ha perso occasione per scherzarci su: “Ha detto che Rolls Royce è il riferimento a un marchio di ricchezza e di stile. Meglio di lui che è l’autore non lo sa nessuno. Io sono il meno indicato a rispondere sulla questione, non ho mai avuto a che fare con la droga. Sono sempre stato considerato diverso fin da ragazzo, anche per questo. Ero l’unico che non si faceva il ‘cannoncino’“. Insomma nonostante il trapper abbia confessato di aver fatto uso in passato sia di droghe leggere che pesanti, il direttore artistico pare sia riuscito a chiudere la vicenda, almeno per il momento.

Anche Fasulo, il capostruttura di Rai 1 ha difeso Lauro: “La canzone racconta di icone pop. Oltretutto finisce con una preghiera laica, che oltre al rock’n roll e all’energia del personaggio, fa capire che dietro c’è un gruppo di artisti in gamba”.

LEGGI COMMENTI