Ultimo aggiornamento sabato, 16 febbraio 2019 - 21:15

Gaffe al Festival di Sanremo, la polemica: “Una vergogna ricordare Pino Daniele all’una di notte”

Spettacolo
7 Febbraio 2019 12:43 Di Elisabetta Fasanaro
3'

Delusione dopo la seconda serata del Festival di Sanremo, che ha visto la comparsa sul palco dell’Ariston di artisti come Marco Mengoni e Riccardo Cocciante. Era già l’una di notte quando è stato consegnato a Cristina e Sara, due dei cinque figli di Pino Daniele, il premio alla carriera accompagnato dalle parole di Claudio Baglioni, che ha ricordato le sporadiche comparse del cantautore napoletano al Festival.

Un momento commovente che però ha suscitato polemiche sui social: la consegna del premio infatti non solo è avvenuta in tarda nottata, poco prima della conclusione della seconda puntata del Festival, ma non è stata accompagnata da alcuna esibizione musicale, cosa che ci si sarebbe aspettati data l’importanza che Pino Daniele ha avuto sulla scena musicale italiana negli ultimi 40 anni.

Nonostante nella motivazione per la consegna del premio alla carriera si sottolineasse l’enorme contributo “di incisioni discografiche e di esibizioni dal vivo” con Pino Daniele che “ha saputo imporsi come figura di spicco e completa nel panorama della canzone d’autore italiana, mantenendo un legame fortissimo con la tradizione napoletana e guardando sempre con coraggio artistico e curiosità alle musiche del mondo”, non è stato celebrato così come avrebbe meritato.

“Papà sarebbe veramente onorato di questo premio” sono state le parole di Sara Daniele, “è un grande onore anche per noi figli” ha aggiunto. Anche Cristina Daniele ha espresso la sua gratitudine per la consegna del premio: “Ringraziamo anche il pubblico e i fan che ci sostengono e vivono attraverso il suo immenso patrimonio artistico”.

Resta quindi un po’ di amaro in bocca al pensiero che per un tale gigante della musica italiana si sarebbe potuto fare molto di più. Nel DopoFestival la gaffe è stata parzialmente limitata con “Anna verrà”, interpretata da Ghemon.

 

 

 

 

LEGGI COMMENTI