Ultimo aggiornamento lunedì, 10 dicembre 2018 - 17:33

Dramma nell’area di servizio, esplode autocisterna: morti e feriti [VIDEO]

Cronaca
5 dicembre 2018 16:31 Di redazione
3'

E’ di due morti e 17 feriti, di cui 3 gravi, il bilancio dell’incendio e della successiva esplosione di un’autocisterna che trasportava liquido infiammabile avvenuta intorno alle 14 in un distributore di carburanti sulla via Salaria, in prossimità di Borgo Quinzio, in provincia di Rieti.

Secondo una prima ricostruzione, l’incendio sarebbe stato causato dall’autocisterna che in quel momento stava scaricando del carburante, e che per cause in corso di accertamento ha preso improvvisamente fuoco.

LE VITTIME – Le vittime sarebbero un vigile del fuoco, in servizio nel distaccamento di Poggio Mirteto, e un uomo che al momento dell’esplosione dell’autocisterna di Gpl si trovava nei pressi del distributore.

SECONDA ESPLOSIONE AVVENUTA DURANTE SOCCORSI – “Posso confermare che il bilancio della tragedia è pesante. Due morti e dieci feriti. L’esplosione è partita da un’autocisterna che stava scaricando gpl nell’area di servizio. C’è stato un primo incendio e mentre i vigili del fuoco e il 118 stavano operando è avvenuta una violentissima esplosione”, ha detto all’Ansa il questore di Rieti, Antonio Mannoni. “Al momento – ha aggiunto Mannoni – i vigili del fuoco stanno mettendo in sicurezza l’area e la cisterna, raffreddandola. Le vittime sono un pompiere e un civile che si trovava nei pressi del distributore ed è stato investito dall’esplosione”.

I FERITI – Sono sette i vigili del fuoco coinvolti nell’esplosione di un distributore di benzina sulla via Salaria nel Reatino. Lo rende noto lo stesso Corpo in un tweet precisando che le “operazioni in corso”. Altre otto le persone risulterebbero coinvolte. Secondo quanto si è appreso, tra i feriti ci sono anche operatori del 118 e addetti del distributore.

In seguito all’esplosione, la Regione Lazio ha attivato il piano del maxi afflusso feriti. Sul posto sono operativi 8 mezzi del 118 tra ambulanze e automediche e 3 elicotteri per il trasporto dei feriti. È stato anche allertato il Centro grandi ustioni del Sant’Eugenio e i Dea di II livello a Roma”, ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, annunciando di aver “istituito l’Unità di Crisi presso l’Ares 118 di Roma”.

Il sindaco di Fara Sabina, Davide Basilicata, ha spiegato che il Comune sta “monitorando la situazione per una possibile evacuazione dell’area, ma al riguardo aspettiamo indicazioni da parte dei vigili del fuoco”. “Fortunatamente si tratta di una zona di campagna – ha aggiunto all’Adnkronos – ma ci sono alcune abitazioni limitrofe” al distributore.

LEGGI COMMENTI