Ultimo aggiornamento lunedì, 10 dicembre 2018 - 17:33

Milik zittisce Bergamo, Fabian oscura i cori: Napoli chirurgico con l’Atalanta

Calcio Napoli
3 dicembre 2018 23:04 Di redazione
3'

Un Napoli un pizzico presuntuoso riesce ad espugnare il difficile campo di Bergamo e a tornare a casa con tre punti pesantissimi. Decisiva la rete di Milik, entrato a 10′ dalla fine, che approfitta di una disattenzione della difesa dell’Atalanta e sfrutta un cross di Mario Rui per battere a rete con un sinistro al volo Berisha.

Un gol che zittisce il pubblico presente sugli spalti dell’Atleti Azzurri d’Italia che sin da primi secondi di gioco aveva ribadito quanto precisato in settimana, intonando il coro “noi non siamo napoletani”. Coro zittito da Fabian Ruiz che dopo appena un minuto trafigge la porta della Dea sugli sviluppi di un’azione travolgente, avviata da Mertens e valorizzata al meglio da Insigne che, partito sul filo del fuorigioco, serve un pallone d’oro al centrocampista spagnolo.

1-0 e pubblico ammutolito. Gara in discesa per il Napoli che però spreca diverse occasione nel corso di una prima frazione che vede l’Atalanta concedere tanti, forse troppi, spazi. Prima Fabian Ruiz prova un pallonetto quasi a tu per tu con Berisha, poi Insigne che dai 35 metri prova a beffare il portiere albanese nel corso di un’uscita disperata. Il Napoli non finalizza e mantiene l’Atalanta in partita.

IL GOL DI FABIAN RUIZ ZITTISCE I CORI DEI TIFOSI ATALANTINI

Atteggiamento che punisce l’undici di Ancelotti a inizio ripresa quando il forcing dei bergamaschi aumenta e Duvan Zapata sfrutta la torre di Hateboer e da pochi passi infila Ospina. La gara torna in parità e il Napoli fatica a creare gioco, vuoi anche per i troppi errori dei singoli e per un pizzico di egoismo. Ancelotti, strano a dirsi, tarda i cambi inserendo Zielinski e Hysaj  (fuori Fabian e Maksimovic) poco dopo la mezz’ora e Milik (per Mertens) dopo altri cinque minuti.

Sembra destinata al pareggio la partita, con la Juve che già gongola per il possibile +11 in campionato, quando Mario Rui serve il neoentrato Milik in area di rigore. Il polacco approfitta di un’incertezza di Palomino e riesce a posizionarsi meglio prima di rendersi protagonista di uno splendido gesto tecnico: palla prima portata avanti con il piede sinistro e poi spedita in rete con un tiro di prima intenzione.

Esplode l’esultanza dei tifosi partenopei sugli spalti, galvanizzati anche da Insigne che a fine gara si lascia andare a un’esultanza assai sentita. Tre punti d’oro che proiettano la squadra di Ancelotti al secondo posto a +3 sull’Inter e a -8 dalla corazzata Juve (12 vittorie e un pareggio in 13 gare). Il prossimo turno vedrà i nerazzurri far visita proprio alla capolista mentre il Napoli ospiterà sabato il Frosinone prima del delicato match di Liverpool in programma martedì 11 novembre.

IL GOL VITTORIA DI MILIK CHE GELA BERGAMO

LEGGI COMMENTI