Ultimo aggiornamento giovedì, 20 settembre 2018 - 18:39

“Milleproroghe”, si alla Camera al decreto “salva Napoli”

Approvato il provvedimento che potrebbe evitare il dissesto del comune. La magistratura contabile aveva espresso parere negativo

Politica
7 settembre 2018 09:33 Di redazione
2'

Le Commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera hanno approvato un emendamento dei relatori sui Comuni in dissesto che riguarda, in particolare, Napoli e Catania. A favore della proposta hanno votato non solo i gruppi della maggioranza, ma tutto il centrodestra, soddisfatto dell’intervento in favore di Catania, come ha spiegato Stefania Prestigiacomo. Contrario il Pd che con Gennaro Migliore ha parlato di “emendamento elettorale“.

L’emendamento dei due relatori, Giuseppe Buompane e Vittorio Baldino di M5s sui comuni in dissesto finanziario riguarda la ricognizione dei debiti fuori bilancio. Se un Comune o un Ente locale ha presentato o presenterà entro il prossimo 30 novembre 2018 un piano di riequilibrio finanziario pluriennale, per esso la ricognizione di tutti i debiti fuori bilancio sul raggiungimento degli obiettivi intermedi è effettuata dopo l’approvazione del rendiconto dell’esercizio 2018.

Inoltre “il mancato adeguamento dei tempi di pagamento dei debiti commerciali non costituisce motivo per il diniego delle riformulazioni o rimodulazioni” previste dal Testo unico degli Enti locali, “fermo restando il rispetto dei termini di pagamento oggetto di accordo con i creditori di cui al piano riformulato o rimodulato“.

Proprio qualche giorno fa la magistratura contabile che sta vigilando sui conti del comune di Napoliha espresso il suo parere negativo in merito a tale decreto. Secondo la Corte dei conti il provvedimento potrebbe essere incostituzionale.

LEGGI ANCHE – L’editoriale: “Tra il dissesto e l’appoggio a Floro Flores, De Magistris prepara la sua cavalcata elettorale”

"Milleproroghe", si alla Camera al decreto "salva Napoli"

1
Ultimo aggiornamento 09:33
LEGGI COMMENTI