Ultimo aggiornamento domenica, 19 agosto 2018 - 18:26

Suor M. Giovanna, trevisana trapiantata in Costiera: “Su siamo egoisti, qui è tutto vivace”

Cultura
8 agosto 2018 15:48 Di redazione
2'

Dopo la lettera scritta alla redazione di VocediNapoli.it da Andrea, giovane veneto che è rimasto estasiato da Napoli e dai suoi cittadini, in tanti hanno continuato a scriverci per raccontarci la loro esperienza con il capoluogo partenopeo.

Questa volta è stata Suor M. Giovanna ha scrivere una lettera in cui racconta di essersi trasferita da anni in Costiera Amalfitana dove si trova benissimo. Venuta dal Treviso anche lei si è resa conto che al Nord ci sono tanti pregiudizi sui napoletani e lei ogni volta che torna nella sua città natale preferisce non ascoltarla.

Sono una suora veneta, da tanti anni vivo in provincia di Salerno, precisamente in Costiera Amalfitana, sono originaria della provincia di Treviso, da tanti anni vivo giù e condivido quello che avete detto nella lettera inviata alla redazione di VocediNapoli.it, che siete venuti in viaggio qui, anche io rimango molto male quando ritorno al paese su e sento dire tanto dicerie e diffamazioni sui napoletani e i meridionali, io qui ho vissuto gli anni più belli della mia vita e ho imparato da loro la vivacità, la solarità, essere partecipi, ti vengono incontro, ma noi veneti, gente del nord siamo molto egoisti“.

Suor M. Giovanna, trevisana trapiantata in Costiera: "Su siamo egoisti, qui è tutto vivace"

LEGGI COMMENTI