Ultimo aggiornamento giovedì, 18 ottobre 2018 - 14:27

Rimpasto in Regione, poker di nuovi assessori: a Franco Roberti la sicurezza

Cronaca
29 maggio 2018 19:03 Di redazione
2'

Rimpasto per la Giunta regionale della Campania guidata dal presidente Vincenzo De Luca. Tra i quattro nuovi assessori Franco Roberti, ex procuratore nazionale antimafia, al quale è stata assegnata la delega alle politiche per la sicurezza. Entrano a far parte della Giunta regionale anche Bruno Discepolo, con delega all’Urbanistica, Ettore Cinque, con delega al Bilancio, e Gerardo Capozza, con delega alle attività produttive. Amedeo Lepore assume la responsabilità di consigliere del presidente in ordine alla materia delle Zes della Campania.

De Luca ringrazia gli assessori uscenti Serena Angioli e Lidia D’Alessio “per l’importante lavoro e l’impegno profuso in questi anni” e rivolge “un ringraziamento particolare a Franco Roberti che, con generosità, ha offerto la sua collaborazione ed esperienza per la messa a punto di iniziative sempre più efficaci sul piano della sicurezza. Siamo di fronte a una grave emergenza – aggiunge De Luca – dovremo lavorare a un grande progetto educativo rivolto alle giovani generazioni, ma anche a misure di prevenzione, di videosorveglianza, di contrasto forte a fenomeni di illegalità dovunque si manifestino, dalle ambulanze del 118 ai pronto Soccorso, ai quartieri, alle baby gang, alle occupazioni abusive di immobili pubblici”.

“La nomina di Franco Roberti ad assessore regionale alla legalità è un’ottima notizia perché è una persona che ha dedicato la sua vita all’impegno per combattere gli illeciti e, in particolare, la camorra e potrà dare un contributo importante”. Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, augurando “buon lavoro al neo Assessore” e anticipando che nei prossimi giorni presenterà a Roberti “un elenco di iniziative da avviare per ripristinare la legalità in alcuni settori determinanti a cominciare da quelli per contrastare parcheggiatori abusivi, baby gang e aggressioni al personale sanitario, tre temi che stiamo seguendo e denunciando con particolare attenzione negli ultimi mesi”.

Franco Roberti e Federico Cafiero De Raho

LEGGI COMMENTI