Ultimo aggiornamento martedì, 18 settembre 2018 - 21:57

Biagio Izzo rischia gli arresti, l’avvocato Pisani: “Siamo tranquilli”

L'avvocato difensore dell'attore, contattato da VocediNapoli.it, ha dichiarato che "il Gip già una volta ha rigettato la richiesta della procura

Cronaca
12 marzo 2018 16:22 Di Andrea Aversa
2'

Per Biagio Izzo quella di ieri non è stata una serata piacevole. L’attore napoletano, infatti, è stato destinatario di una richiesta di condanna agli arresti domiciliari, da parte della procura di Napoli, in merito al reato di turbativa d’asta.

Quello del Pm Valter Brunetti è stato un ricorso rispetto alla decisione presa dal Gip (Giudice per le indagini preliminari) mesi fa e che aveva già affermato l’estraneità del comico ai fatti.

Il mio assistito ed io siamo del tutto tranquilli e sereni. Il giudice già in passato ha dichiarato che il fatto non sussiste evidenziando l’estraneità ai fatti di Biagio Izzo. Inoltre il mio cliente non è stato neanche direttamente intercettato, il suo nome è emerso da alcune telefonate fatte da altre persone coinvolte nella vicenda“, ha dichiarato l’avvocato Sergio Pisani contattato da VocediNapoli.it.

Biagio Izzo è accusato di aver chiesto dei favori a due ex dipendenti di Equitalia. L’obiettivo sarebbe stato quello di rientrare in possesso di un’auto, una vespa ed alcuni immobili sequestrategli in passato. Il provvedimento era giunto in seguito a un lungo contenzioso con Equitalia relativo ad alcune cartelle esattoriali.

Nell’indagine condotta dalla Guardia di Finanza, sono stati coinvolti anche due ex dipendenti di Equitalia, Mario Parisi e Rodolfo Imperiale. Entrambi, con la presunta complicità di un dirigente dell’istituto vendite giudiziarie di Napoli, sono stati indagati perché il 25 febbraio 2015 avrebbero favorito in modo illecito l’acquisto di questi beni da parte di Izzo.

1
Ultimo aggiornamento 16:22
LEGGI COMMENTI