Ultimo aggiornamento sabato, 20 ottobre 2018 - 19:53

Scampia Si Gira 2018, l’associazione Abili Oltre presenta il progetto per l’inclusione della diversità

Cultura
2 febbraio 2018 16:58 Di redazione
2'

Cultura, food e innovazione: Scampia guarda al futuro e punta a trasformarsi in Scampia 5.0. L’Associazione “Abili Oltre” con quelle territoriali del Terzo Settore per riscrivere i percorsi culturali, occupazionali e imprenditoriali, per ripensare a una produttività economica orientata all’inclusione della diversità.

Sabato 3 febbraio 2018, alle ore 11, presso l’Auditorium dell’Istituto superiore “Vittorio Veneto” (via Labriola 11K), l’Associazione no profit “Abili Oltre” presenta l’iniziativa “Scampia Si Gira 2018”: progetti di riscrittura dei percorsi culturali, occupazionali e imprenditoriali sul territorio. Interverranno Antimo Cesaro, Sottosegretario Micbat; Apostolos Paipais, Presidente VIII Municipalità di Napoli; Giulio Romani, Segretario Generale Firs Cisl, Paolo Masini, Coordinatore Progetto del Mibact MigrArti; Giacinto Palladino, Presidente First Social Life. Le conclusioni saranno affidate a Marino D’Angelo, Presidente Associazione “Abili Oltre”.

Si parlerà di cultura, food e innovazione perché Scampia diventi polo, a respiro nazionale, che guarda al futuro e, allo stesso tempo, volano per l’intera regione. L’Associazione “Abili Oltre” intende puntare sulla necessità-opportunità di ripensare a una produttività economica orientata all’inclusione della diversità, perché tutti nelle proprie possibilità possano trovare una realizzazione sociale e personale nel lavoro. Nel corso dell’incontro è prevista la proiezione del cortometraggio “La Recita”, del regista Guido Lombardi, vincitore del concorso “MigrArti” al Festival del Cinema di Venezia 2017, con intervento dei protagonisti. Saranno presenti associazioni del terzo settore territoriali e nazionali, rappresentanti di imprese finance, autorità istituzionali e ecclesiastiche, oltre a personaggi del mondo della cultura, del giornalismo e dello spettacolo.

LEGGI COMMENTI